Vigilasalute.it

Il collagene idrolizzato rappresenta una riserva di proteine derivata dalla trasformazione dello stesso attraverso il processo di idrolisi da quello puro.

Esistono, infatti, ben 4 tipi diversi di collagene ognuno dei quali è fondamentale per precise funzioni dell’organismo.

Il tipo di collagene quantitativamente più presente nel nostro organismo è quello di tipo I ed è necessario in particolare soprattutto per il buon funzionamento del sistema osteoarticolare, delle cornee e per la cute.

Oggi si parla molto dell’utilità di assumere il collagene idrolizzato per avere diversi benefici, tra cui il più noto è certamente quello di una rigenerazione della pelle, in quanto previene la formazione delle rughe e attenua quelle già esistenti.

Il collagene idrolizzato è utile anche ad altri scopi e può essere applicato sia in crema che ingerito, esattamente come accade per gli integratori alimentari.

A cosa serve il collagene idrolizzato

Il collagene idrolizzato che viene aggiunto ai cosmetici o agli integratori prevede che sia estratto da diverse fonti, che possono essere sia animali che vegetali. La loro sintetizzazione permette di ottenerlo sia da pesci che da altri animali, fino alle piante, anche per andare incontro alle richieste del pubblico. Le fonti, infatti, sono importanti in base alle varie preferenze dei potenziali utilizzatori e vanno incontro a chi vuole scegliere sostanze naturali, quindi vegetali, e a chi, invece, preferisce quelle animali.

L’idrolisi, che è il processo di sintetizzazione per ottener questa sostanza dagli effetti molto interessanti, permette quindi di renderlo disponibile per riparare le cartilagini soggette a usura, per rinforzare le ossa e combattere alcune patologie che le interessano come l’artrosi, per dare vigore ai muscoli, ai capelli, alle unghie, ai denti, ma anche per dimagrire.

Il collagene idrolizzato per le ossa

Le ossa come le cartilagini sono soggette a usura e il collagene idrolizzato è efficace per ripristinare in buona parte la funzione motoria perduta.

Con il passare del tempo le cartilagini che caratterizzano tutte le le articolazioni si assottigliano e, in alcuni casi, tendono a scomparire completamente, provocando stati dolorosi molto forti.

Il motivo è da ricercarsi nel fatto che c’è una diminuzione nell’apporto di proteine, quindi un’alimentazione povera di carne, pesce, legumi, uova.

Il collagene idrolizzato può sopperire egregiamente a questa carenza, innescando una rigenerazione della membrana e un recupero anche totale dei movimenti.

Le articolazioni più colpite sono di solito quelle con maggiori sollecitazioni, come ginocchia, gomiti, polsi e caviglie.

In realtà assumere collagene idrolizzato stimola lo stesso organismo a una maggiore produzione di quello puro.

Quest’ultimo ha concentrazioni sempre più basse con il passare degli anni, ed ecco per quale motivo si palesano tutte le problematiche legate a tale carenza.

In tal modo si può sperare di recuperare totalmente la funzionalità motoria e, nel caso in cui si arrivasse a raggiungere i livelli di collagene necessari, quello in eccesso verrà sfruttato come energia residua.

Il beneficio della nuova produzione di collagene comunque rimane e si può notare anche su altri distretti e zone del corpo, come la pelle.

Pelle più giovane con il collagene idrolizzato

Come accennato, la pelle può rifiorire grazie all’apporto di collagene idrolizzato.

A livello cosmetico l’obiettivo è quello di ripristinare una produzione del tutto simile a quella che caratterizza la giovinezza, al fine di ottenere un aspetto più gradevole e libero dalle rughe.

Le stesse, se sono già presenti, vengono di gran lunga attenute e appianate, in quanto il collagene tende a un riempimento dei solchi.

In tal modo le rughe meno marcate possono scomparire completamente, mentre quelle profonde diverranno meno evidenti.

Un tale passo in avanti rappresenta un beneficio quanto meno sorprendente, perché consente di non doversi sottoporre a trattamenti estetici invasivi e talvolta dolorosi.

In alcuni casi si evitano veri e propri interventi chirurgici a cui ci si sottopone per effettuare un lifting, mirato proprio alla scomparsa di buona parte delle rughe del viso.

Oltre alle rughe, lo stesso effetto si ottiene su cicatrici e altri inestetismi, comprese i danni impercettibili che provoca l’esposizione solare e che portano a un rilassamento dei tessuti.

Il collagene idrolizzato per i muscoli

Molti sportivi assumono integratori di collagene idrolizzato per aumentare la massa muscolare e avere a disposizione maggiore energia.

Come è noto i muscoli acquisiscono potenza e vigore con l’apporto di proteine, tanto che gli stessi atleti seguono una dieta mirata, viene usato in integratori come Probulus

Lo stessa sostanza può aiutare a mantenere il peso forma, in quanto la sua assunzione conferisce un senso di sazietà, che limita la quantità di cibo.

Con il collagene idrolizzato gli stessi muscoli, rinforzandosi, hanno maggiore resistenza alla fatica e sono meno soggetti a strappi e traumi.

Come assumere il collagene idrolizzato

L’assunzione del collagene idrolizzato dovrebbe avvenire sotto controllo medico, in quanto è necessario che ci sia un’effettiva carenza proteica perché i suoi effetti siano visibili.

La certezza del bisogno di un’integrazione si ha soltanto a seguito dei dovuti controlli, che potranno confermare il bisogno di questa sostanza.

Come accennato il collagene idrolizzato si può trovare sia sotto forma di crema, da applicare direttamente sulla pelle, che come integratore in compresse, noi consigliamo il prodotto Collagena Lumiskin che si sta rivelando il migliore in commercio per la depigmentazione. 

Il collagene idrolizzato non risulta avere controindicazioni, anche se i suoi effetti sono effettivamente riscontrabili solo in presenza di un’effettiva carenza proteica. 

Sommario
Il collagene idrolizzato a cosa serve e come agisce?
Nome Dell'Articolo
Il collagene idrolizzato a cosa serve e come agisce?
Descrizione breve
Il collagene idrolizzato rappresenta una riserva di proteine derivata dalla trasformazione dello stesso attraverso il processo di idrolisi da quello puro.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.