Vigilasalute.it

Monitorare la pressione è una buona abitudine, che in molti casi si rivela un vero e proprio comportamento salvavita. Conoscere i valori della propria pressione e avere una precisa cognizione di quali dovrebbero essere quelli consigliati per la propria età è molto importante. Un giramento di testa, un senso di vertigini, il mal di testa, le palpitazioni possono essere tutte spie di uno squilibrio pressorio, magari un aumento improvviso o un valore eccessivamente basso. A loro volta, questi sintomi, possono anche essere legati a patologie diverse e più gravi, quindi occorre sempre prestare la massima attenzione. 

Pressione arteriosa, che cos’è e perché è importante

Quando parliamo di pressione arteriosa ci riferiamo alla “forza” con cui il sangue batte sulle pareti arteriose nella normale attività del nostro cuore. Ecco perché il valore della pressione si indica con due numeri, ovvero con il valore massimo, la cosiddetta “pressione arteriosa sistolica o massima” che coincide con il momento della contrazione cardiaca e il valore minimo, la “pressione arteriosa diastolica o minima” che si prende nel momento in cui il cuore si rilassa. La misurazione della pressione è fondamentale per controllare che i suoi valori rimangano sempre entro i limiti ritenuti normali e salutari, visto che valori troppo alti della pressione possono diventare un fattore di alto rischio per l’insorgere di patologie cardiovascolari anche molto gravi. Monitorare preventivamente i valori della propria pressione, soprattutto da una certa età in poi, è quindi sempre un comportamento virtuoso e consigliato da medici e farmacisti, visto che molte persone ipertese purtroppo non sanno nemmeno di esserlo. L’ipetersione viene, difatti, chiamata “killer silenzioso” proprio perché spesso è una patologia che non presenta sintomi particolari.

I valori della pressione per età

L’ Organizzazione Mondiale della Sanità ha messo nero su bianco i valori normali della pressione arteriosa. In genere, la pressione per una persona di mezza età dovrebbe essere compresa tra 120 di massima e 80 di minima, leggermente al di sotto, quindi, dei valori che l’OMS considera normali ovvero quelli compresi tra 120/129 di massimo e 80/84 di minima. 

Al contrario valori considerati già alti sono quelli compresi tra 130-139 di massima e 85-89 di minima. Si tratta, quindi, di cifre considerate già una prima lieve spia per un potenziale problema ipertensivo futuro.

Si parla di ipertensione, invece, con valori più alti. Quella di grado 1 è compresa tra 140-159 di massima e 90-99 di minima, quella di grado 2, considerata moderata, ha la massima a 160-179 e la minima a 100-109. Infine, l’ipertensione di grado 3, considerata quindi la più grave, ha valori massimi superiori a 180 e minimi superiori a 110. Ci sono anche casi di ipertensione sistolica isolata.

Perché la pressione aumenta con l’età

Come già detto, i valori della pressione per una persona di mezza età dovrebbero mantenersi addirittura al di sotto di quelli considerati dall’OMS come normali. Questo perché, in realtà, con l’avanzare dell’età la pressione tende fisiologicamente ad aumentare a causa di una sempre maggiore rigidità dei vasi sanguigni. Inoltre, in una persona di mezza età la pressione ha anche degli sbalzi piuttosto importanti, con valori più alti nelle prime ore della mattina e verso sera. Per questo, monitorare i valori della propria pressione arteriosa è di fondamentale importanza, cercando anche di limitare una tendenza fisiologica all’ipertensione. In questo senso, i consigli per cercare di mantenere la pressione entro i valori ottimali si sintetizzano sempre con una vita sana e regolare. Fermo restando, infatti, che il trattamento farmacologico per l’ipertensione è molto diffuso in ogni zona del mondo, soprattutto tra persone over 50, la prevenzione rimane sempre la strategia migliore per evitare patologie o almeno tenerle sotto controllo. Bene quindi un’alimentazione sana, che riduca al massimo il sale. Ideale anche mantenere il proprio peso entro i valori ritenuti normali e salutari per la nostra corporatura, lo stile di vita e la nostra età, ottimo fare un po’ di sana attività fisica ed evitare il consumo di alcol e fumo.

Sommario
Qual è la pressione minima e alta ottimale per un signore di mezza età ?
Nome Dell'Articolo
Qual è la pressione minima e alta ottimale per un signore di mezza età ?
Descrizione breve
L’ Organizzazione Mondiale della Sanità ha messo nero su bianco i valori normali della pressione arteriosa. In genere, la pressione per una persona di mezza età dovrebbe essere compresa tra 120 di massima e 80 di minima, leggermente al di sotto, quindi, dei valori che l'OMS considera normali ovvero quelli compresi tra 120/129 di massimo e 80/84 di minima. 
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.