Vigilasalute.it

L‘ipertonia muscolare è una patologia visibile anche al tatto che colpisce i muscoli del paziente affetto impedendone i normali movimenti e l’estensione o la flessione dei muscoli. L’ipertonia si manifesta attraverso l’aumento del tono di alcuni muscoli anche in posizione di riposo, e causa la rigidità della parte colpita impedendo il movimento. Ad esserne colpiti generalmente sono i muscoli antagonisti, e può colpire un distretto muscolare, oppure nei casi più gravi un intero apparato, può presentarsi in due modi: ipertonia piramidale ( colpisce le fibre muscolari preposte al movimento volontario, quindi se il medico esercita una forza per piegare il braccio, si verifica ipertonia, una resistenza cioè al movimento, che a seguito dell’interruzione della pressione consente al braccio di tornare alla posizione di partenza) , oppure ipertonia extra piramidale ( colpisce i fasci nervosi che controllano le posizioni posturali, se il medico tenta di piegare il braccio si verifica una rigidità ch impedisce il movimento, e quando la pressione esercitata dal medico si interrompe, il braccio non torna alla posizione di partenza.). L’aumento del tono muscolare in modo eccessivo è dovuto a delle cause che colpiscono il sistema neurologico, perciò per riuscire a trovare una cura è importante vedere quali sono i sintomi, le cause e intraprendere il trattamento in modo tempestivo.

Sintomi dell’ipertonia muscolare

L‘ipertonia stessa contribuisce insieme ad altri sintomi a comporre una sindrome molto grave chiamata sindrome extra piramidale, è una patologia che colpisce i muscoli flessori ed estensori degli arti sia inferiori che esteriori, e causa l’impossibilità di compiere movimenti in modo normale. I sintomi più diffusi sono: incapacità di compiere in modo fluente dei movimenti, rigidità dei muscoli, difficoltà nell’allungare i muscoli sia flessori che estensori, ipertonia del muscolo anche in condizione di riposo.

Cause dell’ipertonia muscolare

Le cause dell’ipertonia muscolare possono essere addebitate ad una lesione del sistema nervoso centrale, in base al fascio muscolare che la lesione o la sindrome degenerativa colpisce, si avrà ipertonia extra piramidale, oppure piramidale. Se ad essere colpiti sono i fasci di fibre muscolari che controllano il movimento involontario, si avrà l’ipertonia della via piramidale, e può essere causata da una malattia degenerativa come la sclerosi laterale amiotrofica, siringo mielia, oppure da una compressione del midollo spinale. In questo caso se il medico andrà a muovere un arto del paziente, il muscolo si irrigidirà impedendo il movimento, quando non vi sarà più pressione la rigidità scompare all’improvviso.

Invece l’ipertonia extra piramidale, detta anche rigidità plastica, viene causata generalmente da una patologia molto grave, come il morbo di Parkinson. Vi sono inoltre molte altre cause che possono provocare l’ipertonia muscolare, come la sclerosi multipla, i tumori del midollo spinale, paralisi infantile ecc.

Come viene diagnosticata l’ipertonia muscolare?

Per diagnosticare questa grave patologia, è importante contattare il proprio medico alla comparsa dei primi sintomi, o problemi in seguito verranno svolti una serie di controlli di routine, fino a controlli e test più approfonditi per avere la certezza della causa che genera tale malattia.

Come curare l’ipertonia muscolare

Non esiste una vera e propria cura dell’ipertonia muscolare, questo perché è solamente un sintomo di una patologia più grave che la causa. Per questo motivo è fondamentale la diagnosi della malattia che sta alla base dei sintomi, per fornire subito una pronta risposta farmacologica e attenuare per quanto possibile i sintomi. Esistono però alcune medicine, terapie e farmaci che possono essere iniziate per rendere più lievi i dolori e i sintomi dell’ipertonia, come i miorilassanti, che aiutano a diminuire la tensione causata dall’aumento di rigidità del muscolo, un’altra soluzione è stata ritrovata nel botulino,le iniezioni di questa tossina possono essere utili per alleviare i sintomi della malattia infatti rilassa il muscolo colpito da ipertonia, seppur in modo temporaneo, infatti il benessere che riesce ad apportare dura per 3-4 mesi, per poi svanire. Inoltre un piccolo miglioramento delle condizioni del soggetto colpito da ipertonia muscolare può essere apportato dalla chinesiterapia, una tecnica medica volta a migliorare il movimento attraverso la mobilizzazione meccanica, da parte del terapista specializzato delle articolazioni colpite.

L’importanza della diagnosi precoce

La cura più importante e funzionale può essere fornita solo a seguito di diagnosi completa della malattia che provoca l’ipertonia muscolare, solo cosi’ potrà iniziarsi tempestivamente una terapia che riesca a far scomparire completamente i sintomi. La guarigione del paziente dipende molto anche dal suo stato di salute complessivo e da quanto è avanzata e grave la malattia.

Sommario
Ipertonia muscolare, cos’è ? Cosa fare per tornare a stare bene e Come evitare di ricaderci
Nome Dell'Articolo
Ipertonia muscolare, cos’è ? Cosa fare per tornare a stare bene e Come evitare di ricaderci
Descrizione breve
Le cause dell'ipertonia muscolare possono essere addebitate ad una lesione del sistema nervoso centrale, in base al fascio muscolare che la lesione o la sindrome degenerativa colpisce, si avrà ipertonia extra piramidale, oppure piramidale.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.