Cosa sono i sali di Schussler

Cattiva alimentazione, tensioni fisiche, psichiche e poco movimento, possono provocare all’organismo dei veri e propri disequilibri, creando di conseguenza delle ripercussioni importanti al processo metabolico come problemi di concentrazione e affaticamento.

Prendendo in esame a fondo proprio questi sintomi, Wilhelm Heinrich Schüssler un omeopata tedesco, riuscì a delineare una teoria nella quale viene evidenziato il fatto che alcuni disturbi fisiologici possono essere dovuti ad una carenza di sali minerali.

Stimolando infatti l’organismo attraverso l’introduzione di alcuni specifiche sostanze, le cellule si dimostrano essere in grado di assimilare nel migliore dei modi i sali minerali biochimici, fondamentali per poter ripristinare l’organismo. Sono così proprio queste le premesse con il quale il dottore Schüssler iniziò a sviluppare la sua terapia biochimica, sostenendo nello specifico che alcune malattie possono essere curate soltanto attraverso l’uso di determinati sali minerali. L’omeopata tedesco ne mise a punto dodici, presenti naturalmente nei tessuti umani e nel sangue.

Come funzionano i sali di Schüssler

I sali di Schüssler, riescono a restituire all’organismo i suoi elementi vitali, eliminando e nutrendo di conseguenza i residui tossici.

Il metodo è basato principalmente sui processi chimico-fisiologici che avvengono nell’organismo umano e aiutano a contrastare, prevenire, alleviare alcuni disturbi come ad esempio le disfunzione del sistema scheletrico, del sistema nervoso, problemi all’apparato respiratorio, infiammazioni dei tessuti, il sistema digestivo e anche nei casi di cistiti, emorroidi, perdite vaginali e disfunzioni della tiroide.

La terapia in questione porta le cellule a procurarsi gli elementi di cui l’organismo è carente ripristinando di conseguenza il normale equilibrio del corpo. I sali vengono conosciuti così anche come biochimici o cellulari in quanto cercano di stimolare le cellule, i fluidi ed i tessuti.

I sali di Schüssler non presentano particolari controindicazioni una volta assunti e sono consigliati anche per le donne in gravidanza. Questo deriva dal fatto che tali rimedi sono composti soltanto da sostanze che l’organismo già conosce in quanto presenti in esso per sua natura.

I dodici sali di Schüssler

I sali di Schüssler sono stati divisi dall’omeopata tedesco in dodici tipologie, in quanto ognuno di loro svolge uno specifico scopo e riesce a contrastare un preciso disturbo.

Il primo tipo di sale prende il nome di Calcium fluoratum ovvero fluoruro di calcio e si dimostra essere il rimedio ideale contro emorroidi, indurimento delle arterie e varici venose.

Calcium phosphoricum è la seconda tipologia di sale minerale meglio conosciuta come fosfato di calcio. Questo prodotto naturale va a curare tutti quei problemi dentari e ossei e inoltre è particolarmente consigliato nei casi di anemie, osteoporosi e mal di testa frequenti.

Per quanto riguarda le infiammazioni, febbre e stati influenzali ma anche distorsioni e contusioni, il sale minerale ideale è il fosfato di ferro mentre il cloruro di potassio, il quarto tipo di sale riduce le infiammazioni delle mucose.

Il fosfato di potassio e il solfato di potassio agiscono invece sul sistema nervoso ed è indicato sopratutto per le persone che sono apatiche, inquiete e molto sensibili. Per le infiammazioni croniche come bronchite e pertosse è piuttosto efficace il solfato.

Per i crampi, insonnia, ansia molto utile si dimostra essere il magnesium phosphoricum ovvero il fosfato di magnesio mentre il cloruro di sodio, un altro tipo di sale minerale, agisce prontamente nei casi di disidratazione.

Il natrium phosphoricum riesce a neutralizzare gli acidi presenti nell’organismo in eccesso mentre per eliminare i liquidi e disintossicare l’organismo il solfato sodico anidro è il sale ideale.

Tra i vari tipi di prodotti naturali biochimici vi sono anche l’acido silicio e il solfato di calcio. Il primo agisce nei tessuti dell’organismo, aiutando la formazione e la crescita delle unghie, delle ossa e dei capelli mentre la seconda varietà di sale è molto efficace contro brufoli, malattie della pelle, ascessi e acne.

Posologia dei sali di Schüssler

I sali di Schüssler sono delle compresse che devono essere sciolte sotto la lingua. Le dosi da assumere cambiano a seconda del disturbo presente e se il problema si trova nella fase acuta oppure cronica. Nel primo caso, i sali andranno assunti regolarmente con intervalli di tempi regolari che vanno dai cinque minuti fino ad un massimo di una o due ore. Nei casi cronici invece le compresse vanno assunte tre o sei volte al giorno un’ora prima dei pasti oppure mezz’ora dopo.

Sommario
Sali di Schussler cosa sono? Proprietà e posologia
Nome Dell'Articolo
Sali di Schussler cosa sono? Proprietà e posologia
Descrizione breve
sali di Schüssler sono stati divisi dall'omeopata tedesco in dodici tipologie, in quanto ognuno di loro svolge uno specifico scopo e riesce a contrastare un preciso disturbo.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.