Vigilasalute.it

L’albero di mele, chiamato melo, è una delle piante da frutto più coltivata al mondo. Il melo non supera i 12 metri di altezza, è molto frondoso e fiorisce tra aprile e maggio. Il frutto, che si chiama pomo o mela, è in realtà lo sviluppo dell’infiorescenza stessa, un falso-frutto. Le mele si consumano in tutto il mondo, crude o cotte, e sono alimenti dotati di tantissime qualità nutritive, propedeutiche alla buona salute e alla bellezza.

La mela: le caratteristiche

Le mele sono frutti tipici del tardo autunno e di tutta la stagione invernale, anche se, soprattutto alcune qualità, possono essere raccolte fino a primavera inoltrata. Il nome scientifico della mela è “malus domestica”. È un frutto tondeggiante, di medie dimensioni. Le qualità più grandi raggiungono i 9-11 cm. di diametro. A seconda della specie possono essere rosse, verdi o gialle ed avere una polpa dura e croccante, granulosa e molto dolce o mediamente friabile.

Tante qualità di mela

La famiglia della “malus domestica” comprende diverse tipologie e qualità di frutti. Tra i più comuni, largamente consumati in Italia, si annoverano:

  • mela Renetta, dalla buccia gialla: detta anche “mela regina”, da “reine” che, in francese, vuol dire appunto “regina”. È una delle più grosse varietà di questo frutto: una mela renetta può pesare anche 300 grammi
  • mela Stark, soprannominata anche “la mela di Biancaneve” per il suo caratteristico colore rosso intenso e lucido
  • mela Granny Smith, verde e leggermente acidula, ideale per estrarne il succo
  • mela rossa Royal, molto dolce e croccante, è spesso consigliata come frutto d’elezione per lo svezzamento dei bimbi
  • mela Fuji, di provenienza giapponese, piccola e dalla buccia che contiene tutti i colori, di base rossastra con striature verde-giallo
  • mela Annurca, dalla caratteristica buccia color vino rosso, è stata denominata prodotto IGP dell’Italia del centro-sud
  • mela Pink Lady, l’ultima varietà di mela riconosciuta, così chiamata perché la sua buccia ha un colore tendente al rosa

Proprietà nutrizionali della mela

La mela è un frutto con un ottimo organolettogramma, cioè ricca di nutrienti importanti e ben equilibrati tra loro, il che la rende un frutto particolarmente benefico, completo, genuino e nutriente. 100 grammi di mela, infatti, contengono: 

  • 86% di acqua: è considerato un cibo reidratante
  • solo 52 calorie: caratteristica che la inserisce nel gruppo della frutta ipocalorica
  • proteine e grassi in quantità insignificante
  • 13,8 grammi di carboidrati di cui ben 10,4 provenienti dal fruttosio, lo zucchero naturale della frutta, a moderato indice glicemico ( 36 )
  • 2,4 grammi di fibra
  • 4,6 mg. di vitamina C
  • 107 mg. di potassio
  • 11 mg. di fosforo
  • 3,4 mg. di colina

I benefici della mela

La mela è un frutto consigliato a tutti, fin dallo svezzamento in età neonatale. Le tabelle dei pediatri inseriscono la mela, infatti, insieme alla pera ed alla banana, come primo alimento solido da far assaggiare ai piccoli di 5-6 mesi di vita. È un frutto ricco d’acqua e di zucchero naturale, in grado di donare energia immediata con poche calorie e senza creare picchi glicemici. Il fruttosio è uno zucchero ad assorbimento più lento rispetto al saccarosio e contribuisce a mantenere costanti i livelli di glicemia. Per questo motivo la mela è concessa anche ai diabetici, in quantità limitate secondo indicazione medica specifica. Inoltre, la mela:

  1. è un ottimo spezza-fame perché sazia senza innescare risposte insuliniche violente, quindi permette di tenere sotto controllo la fame nervosa e la voglia di dolce, tipica delle diete ipocaloriche
  2. supporta il sistema immunitario e i processi di ossigenazione dei tessuti connettivi ( pelle, unghie e capelli ) grazie al buon contenuto di vitamina C
  3. regola la funzione intestinale e contribuisce alla proliferazione della flora batterica buona, perché è ricca di fibre e di prebiotici 

La mela contiene anche altri enzimi particolarmente utili alla salute ed alla bellezza. Ad esempio, soprattutto nelle varietà rosse, è ricca di antiossidanti e polifenoli, che contribuiscono a combattere i radicali liberi ed a ritardare il fisiologico processo d’invecchiamento. L’acqua, che contiene in gran quantità, è utile a mantenere idratata la pelle, rendendola più liscia, tonica e luminosa e prevenendo rughe e segni di espressione. Infine, la mela contiene un ottimo quantitativo di acido clorogenico: questa sostanza stimola il metabolismo, lo rende più attivo e contribuisce ad aiutare il corpo a bruciare più zuccheri anche a riposo. Questo non solo ha funzione ipoglicemizzante, ma aiuta a controllare il peso. 

Le controindicazioni delle mele

La mela è un ottimo alimento, che tutti i medici e i pediatri consigliano di integrare nelle proprie abitudini alimentari. Tuttavia, è importante sapere: 

  • la buccia della mela, ricchissima di fibre, ha una leggera azione lassativa mentre la polpa, a causa dell’acido citrico, è astringente. La mela con la buccia, quindi, è consigliata a chi ha problemi di stitichezza mentre la sola polpa è più indicata per chi vuole contrastare il disturbo opposto
  • la mela cotta assume un sapore più dolce rispetto a quella cruda, grazie alla condensazione e cristallizzazione del fruttosio. È una merenda invernale ideale per i bambini e un ottimo dessert, leggero e facilmente digeribile, per gli anziani e per chiunque abbia problematiche digestive
  • quando si taglia o sbuccia una mela, in breve tempo questa annerisce. Se si vuole usare la mela nella macedonia, ad esempio, per evitare questo fenomeno basta spruzzarla con del succo di limone, meglio se freddo
Sommario
Le proprietà delle Mele benefici e controindicazioni
Nome Dell'Articolo
Le proprietà delle Mele benefici e controindicazioni
Descrizione breve
La mela è un frutto con un ottimo organolettogramma, cioè ricca di nutrienti importanti e ben equilibrati tra loro, il che la rende un frutto particolarmente benefico, completo, genuino e nutriente.  
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.