Sindrome di meniere che cos’è?

Il medico che, nel 1861 ha descritto tutti gli aspetti della sindrome è stato appunto il francese Prosper Menière.

Questa malattia, che interessa un disturbo interno dell’ orecchio nei casi più comuni interessa un solo orecchio e può manifestarsi in qualsiasi fascia d’ età, anche se nella maggioranza dei casi interessa soggetti con età compresa tra i 20 e i 50 anni.

I disturbi causati dalla sindrome di Menière sono:

  • vertigini oggettive, cioè l’ ambiente in cui si ci trova sembra che giri intorno alla persona
  • nausea, vomito
  • sensazione di avere l’ orecchio pieno
  • ipoacusia fluttuante

Tali sintomi non sono continuativi, ma bensì si manifestano in maniera temporanea, con una durata da 20 minuti, fino in casi in cui può protrarsi fino a 24 ore.

Le cause della sindrome di Menière

Anche se, a tutt’ oggi la medicina è impegnata a scoprire i reali fattori che provocano la sindrome di Menière , ciò che ha potuto constatare è la presenza di un aumento del liquido che si trova nel labirinto interno dell’ orecchio, chiamato idrope.

Anche se come detto la cause non sono ancora stata proclamate in maniera definitiva, ciò che si è potuto affermare fino ad oggi sono: la sua natura genetica, la presenza di infezioni delle vie aeree superiori o interne all’ orecchio o traumi causati alla testa.

Altre cause possono essere:

  • uso esagerato di caffeina
  • eccessiva assunzione di alcool
  • rumori di forte intensità

L’ elemento scatenante di origine ereditaria può manifestarsi in qualunque età e colpire sia uomini che donne, con la differenza che per gli uomini si aggrava con l’ avanzare dell’ età.

I suoi sintomi tendono ad assumere un aspetto variabile, con fasi di disturbi in maniera intensa e fasi con sintomi più lievi.

Rimedi per la malattia di Menière

Per ciò che riguarda i rimedi che interessano la sindrome di Menière interessano due differenti aspetti: che riguardano rispettivamente la terapia che riguarda la fase acuta e quello che riguarda la fase cronica.

Dove la sindrome di Menière si manifesta in maniera acuta viene comunemente prescritta una cura farmacologica a base di diuretici, cortisone, anti-emetici, vestibolo-soppressori; i farmaci diuretici sono molto usati nelle terapie per curare la riacutizzazione di una malattia, perché hanno la funzione di ridurre il volume e la relativa pressione dell’ endolinfa riducendone la produzione.

Ma è possibile ricorrere anche a degli efficaci rimedi naturali dati da un’ alimentazione ipoidrica e iposidica, che permette di agire in maniera positiva nel contrastare l’ accumularsi di liquido all’ interno dell’ orecchio.

Oltre alle dovute raccomandazioni che riguardano un uso non eccessivo di nicotina e caffeina e di condurre uno stile di vita non troppo stressante e faticoso.

Esiste pure per curare la sindrome di Menière un particolare processo di riabilitazione chiamato vestibolare; che consiste nell’ effettuare specifici esercizi finalizzati a permettere ai soggetti colpiti dalla sindrome di Menière di abituare il proprio corpo ai disturbi riguardanti l’ equilibrio e di convivere in tal modo in maniera migliore con i sintomi della patologia.

La terapia omeopatica impiegata sia a patologia sviluppata, sia sotto l’ aspetto preventivo sostituisce le cure comuni destinate alla sindrome di Menière, i principi attivi con cui viene scelta riguardano la relazione tra i disturbi fisici, che riguardano le vertigini e lo stato psico del soggetto interessato.

Consigli

In occasione del manifestarsi di disturbi di natura come sopra descritti è consigliabile non arrivare a dalle conclusioni personali, ma rivolgersi al medico di riferimento , in grado di poter dare una giusta diagnosi del problema e distinguerla da altre patologie che possono avere gli stessi sintomi, come le disfunzioni cervicali o la labirintite.

La visita specialistica include un esame audiometrico e nei casi in cui si ritiene opportuno anche a risonanza magnetica celebrale.

Lascia un commento