Vigilasalute.it

Cosa sono i miorilassanti naturali

Cosa sono i miorilassanti naturali? I miorilassanti sono delle sostanze che vengono utilizzate in caso di infiammazioni e problemi muscolari. Sono degli ottimi lenitivi per il dolore perché contribuiscono a distendere le fibre contratte, allentando la sensazione di tensione e riducendone il tono. Ci sono molti estratti vegetali che assolvono a questo compito: i miorilassanti naturali sono un’ottima soluzione per chi desidera avere sollievo senza necessariamente ricorrere all’utilizzo delle medicine. I miorilassanti naturali hanno tempi di azione molto brevi, quindi sono indicati anche in condizioni di dolore acuto. 

Sono numerose le piante che garantiscono questi effetti benevoli sulla salute, dal cui estratto è possibile ottenere sostanze in grado di ridurre il tono muscolare e dare sollievo. Sono composti botanici che possono essere acquistati anche in farmacia, erboristeria e nelle rivendite specializzate: è importante farsi consigliare da un esperto per capire quali possono essere i miorilassanti naturali più adeguati per lo specifico problema, per assolvere al meglio al loro scopo in base alle loro caratteristiche. Inoltre, è anche utile sapere che la lista dei miorilassanti naturali è in continuo aggiornamento, grazie alla scoperta, ma anche alla legalizzazione, si alcune sostanze finora inutilizzabili.

Olio di cbd miorilassante naturale

Cannabidiolo o CBD : miorilassante e antinfiammatorio e antiossidante

Tra i miorilassanti naturali che stanno prendendo piede negli ultimi mesi nel nostro Paese c’è il CBD. Questa sigla potrebbe non dire nulla ai meno esperti e ai non addetti ai lavori, eppure è uno dei miorilassanti naturali più potenti ed efficaci di cui possiamo usufruire. CBD è l’acronimo di Cannabidiolo, ossia il metabolita non attivo della Cannabis Sativa, che deriva principalmente dal fiore della pianta. Bisogna fare un netto distinguo tra il CBD e il Thc: sono entrambi prodotti della Cannabis Sativa ma il primo, a differenza del secondo, non ha effetti psicotropi. Per tale motivo, il CBD è un cannabinoide legale nel nostro Paese, nonché un potente miorilassante naturale, che sta prendendo sempre più piede negli studi medici di affermati professionisti del nostro Paese, dopo tanti anni di proibizionismo, ingiustificato se si considera che il CBD è, anzi, la sostanza che nella Cannabis Sativa riduce gli effetti psicotropi del Thc, principale responsabile dell’illegalità di questa pianta dalle caratteristiche straordinarie. Inoltre è dimostrato che ha effetti antiossidanti ma soprattutto antinfiammatorio e viene usato per il trattamento di malattie croniche intestinali come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa per non parlare di tutte le malattie degenerative gravi come la sindorme di tourette o la sclerosi multipla. 

Dal momento che è stata accertata l’assenza di effetti psicotropi derivante dall’assunzione del CBD, gli scienziati hanno iniziato una campagna di studio intensiva sugli effetti benefici che derivano dall’assunzione di questa sostanza e i risultati sono stati ben al di sopra delle aspettative. 

Il Dott. Samuele Lanzarotti è uno dei principali sostenitori italiani delle cure a base di cannabinoidi, che lui somministra si suoi pazienti mediante estratti di fitocomplessi in totale assenza di Thc. E’ un medico che da diversi anni si occupa di studiare gli effetti del CBD sulle patologie dei suoi pazienti, affetti prevalentemente da patologie all’apparato muscolo-scheletrico. Le proprietà miorilassanti, ma non solo, del CBD derivano dal ruolo di agonista di questa sostanza, capace di legarsi con i recettori cannabinoidi GPR55 ma anche con i recettori vanilloidi TRPV1 e TRPV2. Questa sua attività stimola l’azione degli endocannabinoidi di tipo endogeno, che grazie a questa interazione possono legarsi ai recettori di tipo CB1 e CB2. Le sue proprietà antinfiammatorie sono oggi comprovate, così come quelle antidolorifiche importanti per contrastare gli spasmi muscolari e riportare il muscolo al suo tono originale. Sebbene questo sia un prodotto legalizzato nel nostro Paese, la sua somministrazione è comunque soggetta allo stretto controllo medico, così come l’acquisto dei prodotti a base di CBD a scopo terapeutico può avvenire esclusivamente dietro prescrizione medica. 

Ovviamente, il CBD non è l’unico miorilassante naturale, anzi. Sebbene sia quello che, in questo momento, attira la maggiore curiosità perché recentemente legalizzato dopo tanti anni di proibizionismo, esistono tantissimi altri estratti che possono assolvere al medesimo compito. Sono le piante che già le nostre nonne utilizzavano nei loro infusi, le cui proprietà benefiche sono note fin dalla notte tempi e che continuano a essere un potente supporto per tutte le problematiche muscolari più comuni, che possono essere risolvere benissimo (forse anche meglio) senza l’intervento dei medicinali industriali.

Altre piante con effetti miorilassante

Il rosmarino, per esempio, è un potente miorilassante. I suoi principi attivi sono molto utili per ridurre gli effetti degli spasmi muscolari. In particolare, il rosmarino ha dimostrato importanti proprietà benefiche nella cura delle infiammazioni del nervo sciatico, uno dei problemi più antipatici e con la maggiore incidenza nella nostra società. E’ noto per la sua incredibile profumazione e sono gli stessi elementi profumati che lo rendono una spezia molto amata in cucina a farne anche un importante miorilassante. Le applicazioni di olio essenziale di rosmarino sono tra le più diffuse, soprattutto per i dolori muscolari, ma anche l’emulsione dell’essenza in acqua, durante un bagno rigenerante, sa dare ottimi risultati per la distensione muscolare. Per la terapia d’urso a base di rosmarino, invece, si utilizzano gli impacchi con acqua calda da applicare direttamente sulla zona interessata, perfetti per distendere immediatamente una contrattura, sciogliere un muscolo o alleviare il focolaio di infiammazione delle fibre.

Altrettanto efficace è la valeriana, una pianta dalle mille risorse, che già dalla notte dei tempi veniva utilizzata come rimedio miorilassante naturale. In particolare, l’essenza di questa pianta si dimostra essere particolarmente efficace per ridurre la tensione a carico del collo e della cervicale. A differenza del rosmarino, il suo profumo non è particolarmente gradevole, quindi l’infuso potrebbe non essere una soluzione valida per chi è particolarmente sensibile. L’olio essenziale potrebbe essere una soluzione adeguata per effettuare massaggi rilassanti sulle zone problematiche ma esistono anche delle compresse a base di valeriana, da ingerire con acqua, per un’azione interna più efficace per combattere anche l’ansia, oltre a ridurre l’infiammazione.

Così come la valeriana, conosciuta principalmente per le sue proprietà nella cura dei disturbi del sonno e dell’ansia, anche la camomilla è un miorilassante molto potente. Oltre che sotto forma di infuso, infatti, la camomilla uò essere somministrata anche sotto forma di impacchi con acqua calda sulle zone più doloranti, perché svolge un’importante azione miorilassante naturale sulle miofibrille, oltre ad aiutare a ridurre gli effetti dei crampi muscolari, anche quando si verifica un accumulo eccessivo di acido lattico, che viene scaricato più velocemente con gli impacchi di camomilla. 

Meno conosciuta e utilizzata, ma ugualmente potente come miorilassante, è la Nepeta Cataria, meglio conosciuta come erba gatta. Tra i miorilassanti naturali, questa pianta ha un ruolo d’eccezione, perché i suoi principi attivi risultano essere particolarmente validi e particolarmente efficaci per rilassare i muscoli contratti, anche dopo aver svolto un’intensa attività fisica. La sua azione si manifesta meglio se vengono effettuati degli impacchi localizzati con acqua calda, ma sono diversi coloro che preferiscono berne l’infuso. Inoltre, ha ottime capacità antinfiammatorie, che lo rendono adatto anche in caso di traumi muscolari e di gonfiori articolari. Alcuni fitoterapisti consigliano di effettuare le immersioni della parte interessata in un’emulsione di acqua calda ed essenza di Nepeta Cataria, così da alleviare nell’immediato il dolore e le conseguenze di un’infiammazione. 

Tra i miorilassanti più particolari, il peperoncino di Cayenna è senza dubbio uno dei più apprezzati, specialmente per quanto riguarda il trattamento immediato di una fase acuta. L’essenza di questo peperoncino, infatti, è formidabile per il trattamento immediato dei dolori causati dai crampi muscolari. La sua azione è quasi istantanea, perché riesce a distendere immediatamente le fibre muscolari indurite e contratte, riducendo la tensione e riportando il muscolo al suo tono normale. Come miorilassante naturale è uno dei più rapidi nell’azione, al pari del ravanello piccante, che fin dal periodo imperiale veniva somministrato ai soldati e ai gladiatori sotto forma di infuso o di impacco di olio essenziale per combattere i crampi e i dolori muscolari nella loro fase più acuta.

Peperoncino Cayenna miorilassante naturale
Sommario
Miorilassanti naturali: come rilassare i muscoli e tensioni con prodotti naturali
Nome Dell'Articolo
Miorilassanti naturali: come rilassare i muscoli e tensioni con prodotti naturali
Descrizione breve
Quali sono le piante che hanno proprietà miorilassanti per il nostro organismo ? Scopriamolo insieme in questo articolo.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.