La Portulaca è un gruppo di piante appartenenti alla famiglia delle portulacee ed è una pianta molto benefica nei confronti del nostro organismo e molto conosciuta dai tempi antichi, soprattutto nell’antico Egitto di cui già la si usava come medicina e venne coltivata dal periodo medievale da parte dei paesi arabi, ma tutt’oggi le proprietà benefiche che la pianta possiede sono sottovalutate perchè si tratta di un‘infestante per i giardini e orti.

Quest’erba possiede delle proprietà diuretiche, depurative, dissetanti e anti-diabetiche, ed è una pianta molto ricca di omega 3, acidi polinsaturi, e capace di ridurre il colesterolo cattivo e i trigliceridi presenti nel corpo umano, in modo da poter combattere le potenziali patologie dedicate all’apparato cardiovascolare e prevenendo così l’ictus.

Le foglie di questa pianta sono munite di Vitamina C, a parte il contenuto dei sali minerali, di cui il ferro, potassio, magnesio, fosforo, zinco, calcio e selenio, permettendo di regolare in maniera efficace i fluidi corporei e la pressione alta, mantenendo il proprio cuore in buona salute.

La portulaca possiede due pigmenti che fanno parte delle betalaine, quali la betacianina e la betaxantina, dei potenti antiossidanti che possiedono delle proprietà antimutagene, prevenendo in questo modo la possibilità di avere il cancro.

Grazie alle proprietà depurative, la portulaca permette di rimuovere le tossine presenti nell’organismo.

La pianta in questione porta degli effetti visivi grazie alla presenza della vitamina A e al beta-carotene perchè permette di prevenire problemi tipo la cataratta e la degenerazione maculare, rimuovendo i radicali liberi che attaccano le cellule degli occhi e causando delle patologie.

Un altro beneficio che la pianta possiede è il fatto di trattarsi di un rimedio contro i problemi di stomaco, potendo prevenire alla diarrea e al vomito, in particolar modo le emorroidi, enterite acuta ed emorragie post-partum, per non parlare che può essere molto utile per chi è febbricitante, possiede la tosse oppure la bronchite.

La portulaca possiede delle funzioni estetiche, nel senso che si dedica pure nella cura delle patologie presenti nella propria pelle tipo l’ulcera, eczema e l’acne, oltre a lenire le punture da parte di insetti.

In occasioni della bronchite o di questi generi di influenza, la portulaca funge da infuso per agevolare la fluidificazione dei muchi bronchiali e la seguente rimozione.

La pianta in questione non presenta molte controindicazioni, ovvero effetti collaterali inerenti all’assunzione di essa, ma non si esclude il problema nel momento in cui chi la mangia dovesse possedere delle allergie, pertanto prima di ingerirla, meglio consultare il proprio medico curante.  Viene inoltre usata in prodotti di cosmetica e cura del corpo come il siero labbra Natualips .

Diciamo che bisognerebbe fare attenzione alla presenza di ossalati, capaci di poter ostacolare l’assorbimento di minerali come magnesio e il calcio, sconsigliabile per coloro che soffrono molto a causa dei problemi legati ai reni, tuttavia mangiando un vasetto di yogurt combinando alla portulaca possa ridurre la presenza di ossalati. 

Grazie all’alta frequenza di rame e di ferro, la pianta è capace di fornire uno stimolo alla circolazione sanguigna, permettendo di stimolare la produzione di globuli rossi, in modo da possedere una migliore ossigenazione delle cellule e una guarigione più veloce.

Anche nei confronti dei bambini la pianta è molto utile, infatti grazie ad essa ed alla presenza di omega 3, si può avere una possibile riduzione dei gravi problemi mentali tipo l’autismo e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività.

La pianta di cui parliamo è molto utile pure per fare alcune ricette in cucina, per fare un esempio gli gnocchetti alla portulaca, dove basterebbe mettere la pianta in una padella aggiungendo un filino di olio e cuocerla per un periodo di cinque minuti, scolarla per bene e rimuovere il liquido rilasciato, dopodichè inserire gli gnocchi e ripassarli nella padella.

Oltre alla ricetta degli gnocchi di cui ho parlato prima, è possibile inserire la pianta della portulaca nelle insalate, molto buone se si aggiungere la misticanza e la rucola, oppure quella di aggiungerla nelle zuppe e minestre, un ingrediente utile per fare le frittate, può essere condita e conservata sotto’aceto.

Come accennato prima, la portulaca non è facilmente trovabile in commercio perchè viene scambiata per un’infestante che cresce su terreni sciolti, lavorati al sole, ma trovabile nei parchi pubblici oppure sui bordi delle strade, consigliabile la raccolta solamente nelle località poco soggette all’inquinamento.

Fare attenzione che la pianta raccolta potrebbe essere un’euforbia maculata, una pianta velenosa molto simile alla portulaca.

 

Sommario
Estratto di Portulaca che benefici possiede ?
Nome Dell'Articolo
Estratto di Portulaca che benefici possiede ?
Descrizione breve
La Portulaca è un gruppo di piante appartenenti alla famiglia delle portulacee ed è una pianta molto benefica nei confronti del nostro organismo e molto conosciuta dai tempi antichi, soprattutto nell'antico Egitto di cui già la si usava come medicina e venne coltivata dal periodo medievale da parte dei paesi arabi, ma tutt'oggi le proprietà benefiche che la pianta possiede sono sottovalutate perchè si tratta di un'infestante per i giardini e orti.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.