Il colpo della strega si manifesta come dolore particolarmente intenso nella zona lombare del corpo, ovvero nella parte inferiore della schiena, in gergo tecnico si chiama lombalgia acuta.

Questo tipo di trauma provoca nel soggetto un senso di irrigidimento dei muscoli e un dolore molto forte che constringe la persona colpita ad una attività motoria limitata e a rimanere quasi immobile nella posizione in cui si trovava al momento della fitta.

Sintomi:

Il colpo della strega è un evento improvviso che si presenta immediatamente in forma acuta, definito come trauma secco il cui dolore si estende per un periodo di due o tre giorni. La sua latenza richiede tempo maggiore prima di raggiungere la totale guarigione.

Cause:

Come per la maggior parte dei traumi fisici le cause sono riconducibili a movimenti bruschi, sollecitazione eccessiva delle fibre muscolari o esecuzione errata durante la movimentazione di carichi pesanti. La zona interessata, quella lombare, riguarda maggiormente la muscolatura paravertebrale e quindi bisogna considerare anche il fattore posturale della persona. Comunemente tutti gli sforzi che portano all’estensione dei muscoli creano una reazione difensiva automatica del corpo conosciuta come contrattura, che previene lo stiramento muscolare. In seguito a questa è possibile il verificarsi di episodi sia di lombalgia comune che di lombalgia acuta.

Una postura sbagliata del soggetto può aumentare questo rischio infatti anche movimenti errati ed improvvisi possono causare gli stessi esiti provocati da uno sforzo a fronte del sollevamento di un peso.

Va evidenziato che un corpo leso da incidenti o cadute sarà più soggetto a questo tipo di trauma, inoltre anche i colpi di freddo concorrono all’irrigidimento di tutta la muscolatura compresa la parte in questione.

Il così detto colpo della strega è considerato come un nemico in agguato che colpisce quando meno te lo aspetti , il fatto che sia più facile subirne le conseguenze nel caso in cui come prima spiegato vi siano i presupposti , non significa che gli altri soggetti siano esenti da questo rischio.

Terapia:

In caso di colpo della strega è necessario arrestarsi completamente e trovare la migliore posizione di riposo. Nei casi ove possibile è consigliato sdraiarsi o sedersi. Occorre fare passare qualche ora senza sollecitare la zona dolente. Per alleviare il dolore possono essere somministrati antidolorifici che però non devono essere il pretesto per ritornare a muoversi spensieratamente. È opportuno invece lasciare al caldo la muscolatura lombare e applicare pomate specifiche. Soltanto dopo l’attenuarsi della condizione acuta risulta molto vantaggioso ricorrere a qualche massaggio decontratturale.

Prevenzione:

Per prevenire questa patologia è opportuno senza dubbio imparare ad effettuare i movimenti corretti durante gli sforzi, a tal proposito esistono numerosi canali di informazione a partire dal web, le riviste di fitness, fino ai corsi per la movimentazione dei carichi sul posto di lavoro. Spesso queste cose vengono ancora oggi sottovalutate malgrado la comprovata importanza soprattutto nell’ambito domestico dove senza accorgersene si effettuano numerosi gesti quotidiani nel modo inappropriato.

Un’altra forma di prevenzione molto efficace è la cura della propria salute, che comprende sia l’opportuna attività fisica giornaliera, che l’utilizzo di materassi e reti di buona qualità piuttosto che l’utilizzo di calzature confortevoli e idonee nei momenti liberi ma anche sul posto di lavoro e durante l’attività sportiva.

Infine, un peso corporeo nella norma è sempre utile alla prevenzione di questa ed altre patologie.