Vigilasalute.it

 

Le verruche sono delle lesioni che si manifestano sulla cute a seguito di infezioni virali e in genere colpiscono mani, piedi e dorso. Si tratta di problemi superabili, ma che tuttavia richiedono dei trattamenti specifici per sbarazzarsene subito e poter quindi usare i suddetti arti senza limitazioni e dolori. 

Come si formano le verruche

Le verruche si verificano quando un papilloma virus (benigno) entra in contatto con la pelle e causa un’infezione. Le verruche hanno maggiori probabilità di svilupparsi sulla cute screpolata, in presenza di graffi o tagli poiché l’infezione è in grado di penetrare nello strato superiore della pelle. I dermatologi non sanno ancora perché alcune persone hanno maggiori probabilità di incorrere nelle verruche rispetto ad altre, mentre per i bambini la spiegazione è più plausibile in quanto il loro sistema immunitario non ha ancora costruito le difese necessarie contro i numerosi tipi di papilloma virus esistenti.

Le verruche sono contagiose?

Sfortunatamente sì; infatti, le verruche se a contatto diretto con il corpo di qualcun altro, o a seguito dell’uso di asciugamani o tappetini da bagno, possono colpire altre persone. Inoltre è importante sottolineare che in presenza di verruche su mani e piedi, bisogna evitare il contatto con altre zone del corpo poiché il virus si può trasmettere anche su di esse.Per questo motivo è importante lavarsi sempre mani e piedi, e se invece le verruche sono presenti in una zona dove in genere ci si rade, è da tener presente che il rasoio utilizzato potrebbe trasferire il virus e quindi diffonderlo in altre parti del corpo e persino sul viso. Molte persone che lamentano la presenza delle verruche si chiedono perché alcune hanno dei punti neri? La risposta in merito è la seguente: se si guardano da vicino molte contengono un numero di punti neri che assomigliano a dei piccoli semi, e sono dei vasi sanguigni che forniscono alle verruche stesse sostanze nutritive e ossigeno.

Le verruche si possono prevenire? 

Sebbene le verruche cutanee non si possano prevenire, ci sono tuttavia una serie di precauzioni da prendere per minimizzare il rischio di contrarle. Una delle cose più importanti da fare è lavarsi le mani regolarmente, ed inoltre mantenere la pelle sana, idratata e priva di tagli. Se ad esempio c’è la cattiva abitudine di mordicchiare le unghie o le cuticole, sarebbe meglio evitare tale azione poiché ferite cutanee in queste zone delle mani, potrebbero favorire l’attecchimento delle verruche presenti ad esempio sotto al palmo delle stesse o di quelle sui piedi. Un altro semplice modo per prevenire la formazione di queste dolorose lesioni della pelle, è di usare asciugamani puliti e freschi in palestra o in altri luoghi pubblici, e indossare sempre degli infradito o sandali con la suola di gomma nelle docce. Alcune verruche andranno in genere via senza alcun trattamento, altre invece no. Persino quelle che alla fine spariscono possono tuttavia impiegare mesi o persino anni per essere debellate del tutto. La maggior parte dei dermatologi asserisce tra l’altro che è meglio curare le verruche, sia a casa che in ambulatorio non appena appaiono.

Quali sono i trattamenti casalinghi per le verruche

Mentre i rimedi casalinghi possono richiedere settimane o mesi, invece delle sostanze omeopatiche come ad esempio l’acido salicilico o altre soluzioni che staccano la verruca possono essere molto efficaci se usate correttamente. In tal caso basta utilizzare una pietra pomice e una lima per unghie che serve per rimuovere la pelle morta dalla verruca, ed il giorno successivo applicare il suddetto acido salicilico. Alcuni dermatologi consigliano tra l’altro l’uso di cerotti che tendono a soffocare le verruche e privarle dell’ossigeno che richiedono per nutrirsi. In questo caso l’applicazione deve rimanere attaccata alla verruca per circa sei giorni, dopodiché il cerotto si può rimuovere. Fatto ciò, è opportuno immergere in acqua il piede o la mano su cui l’infezione è presente e poi asciugarli, dopodichè agire delicatamente con una pietra pomice o una lima per unghie per eliminare la pelle morta. 

Un dermatologo in base alla sua esperienza potrà scegliere tra due opzioni rapide che non causano troppi fastidi. Nello specifico potrebbe agire con una sorta di congelamento della verruca con dell’azoto liquido oppure la bruciatura. In alcuni casi, il dermatologo userà il laser per trattare le verruche particolarmente grosse, sebbene non ci siano prove che questa forma di trattamento funzioni meglio delle altre. I medici possono tra l’altro anche utilizzare una sostanza chimica chiamata cantaridina, che forma una pellicola al di sotto della verruca e quando la pelle sulla parte superiore muore, può essere rimossa per lasciare spazio a quella nuova che nel frattempo è cresciuta con il giusto spessore. A margine è altresì importante sottolineare che per sbarazzarsi definitivamente delle verruche, un dermatologo potrebbe anche optare per una rimozione chirurgica o per un’iniezione tale da rafforzare il sistema immunitario e sottraendo sostanze nutritive alle verruche stesse.

Sommario
Verruche cosa sono e come sbarazzarsene
Nome Dell'Articolo
Verruche cosa sono e come sbarazzarsene
Descrizione breve
Le verruche si verificano quando un papilloma virus (benigno) entra in contatto con la pelle e causa un'infezione. Le verruche hanno maggiori probabilità di svilupparsi sulla cute screpolata, in presenza di graffi o tagli poiché l’infezione è in grado di penetrare nello strato superiore della pelle.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.