Vigilasalute.it

QUEL CHE SI DEVE SAPERE SUL TIMO: CENNI CHE RAPPPRESANO LE SUE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Tra la primavera e l’estate avviene la fioritura di tante erbe aromatiche che garantiscono straordinari apporti salutari all’uomo ed eccellenti soddisfazioni quando si utilizzano in cucina, durante la preparazione di piatti che, attraverso queste diventano particolarmente gustosi. Tra queste troviamo il timo, il cui colore, all’inizio della sua esistenza, attraverso i suoi fiori, è roseo, considerando che nel momento in cui diventa pianta, la Thymus vulgaris, pur conosciuta e chiamata, comunemente erbuccia, mette in evidenza una colorazione verde-grigio, rappresentata dalle sue foglie di piccole dimensioni e particolarmente profumate, tanto che la sua fragranza e essenza riesce a farsi percepire strofinando, semplicemente il suo fogliame con le dita della mano. E’ bene sapere che la caratteristica primaria del timo è quella di poter essere impiegato per risolvere le avversioni che interessano le vie respiratorie, tenendo conto che, in natura sussistono molte varietà di timo, alcune col gradevole odore di limone.

PROPRIETÀ CURATIVE DEL TIMO

Grazie il timo, l’organismo umano riesce ad assumere alti contenuti di vitamine, osservando quelle del gruppo C e B, senza trascurare le quantità di timolo, sali minerali, quali: ferro, manganese, calcio, potassio e magnesio, e linaiolo, anch’esse racchiuse nell’erba aromatica qui argomentata.

Per quel che contiene si può definire e considerare, conseguenzialmente pianta officinale che, guardandola, studiandola e commentandola attentamente mette in evidenza, al suo interno, un olio essenziale che, insieme alle sue presenti sostanze benefiche, le danno proprietà anticatarrali, balsamiche e antisettiche. Può essere impiegata per favorire una buona digestione, dunque come tonico e stimolante dell’apparato digerente, utilizzata nei casi di ritenzione idrica, come diuretico, per difendere le membrane cellulari, grazie le sue grandi proprietà antiossidanti, per rendere l’organismo più resistente, tramite la vitamina C che, in tal modo terrà, dallo stesso, lontane le infezioni e le azioni dei radicali liberi, oltre che è un eccellente antibiotico naturale che, al tempo stesso garantisce un buon funzionamento del sistema linfatico e, sotto forma di bevanda (tisana), la regolarizzazione dei cicli mestruali e la risoluzione delle problematiche dovute dalle acne.

UTILIZZI DEL TIMO

Il timo, dunque si utilizza, sotto forma di bevanda ottenuta per infuso o, strutturandolo in sciroppo oppure ancora, in olio essenziale, per aiutare e sostenere l’uomo, nei casi ben delineati nel precedente paragrafo.

Ma è bene sapere che lo si può impiegare in cucina per condire vari piatti, come si fa con le altre spezie. Serve, difatti per dar più gusto alle minestre e alle zuppe, salvaguardando, al tempo stesso, l’organismo, seguendo le sue proprietà e capacità salutari, come è stato sopra scritto. Si può proprio ammettere che il timo, se usato, rende le pietanze più profumate, gradevoli, sane e salubre, considerando che questi due ultimi punti si devono sempre ben sottolineare perchè, nel modo del tutto naturale protegge il corpo umano dalle patologie di raffreddamento alle vie respiratorie, stimolando un eccellente funzionamento del sistema immunitario allo stesso, oltre che inserendo il timo negli alimenti, per condirli o per cucinarli perfettamente e in maniera completa, perchè, con tale aggiunta mostrano di esser più raffinati e buoni al palato, si organizza una buona digestione e si eliminano i casi di gonfiore intestinale.

INFUSI DI TIMO: EFFICACIA

Come si è scritto in precedenza il timo può donare dell’eccellenti cure naturali, sotto forma di bevande ottenute per infuso, le conosciute tisane.

Attraverso queste il corpo umano riesce a mantenere l’ottimo equilibrio dei cicli mestruali, ad occuparsi dei problemi legati all’apparato respiratorio, nei casi di raffreddamento e a quello intestinale, eliminando forme di aerofagia, provocata da una cattiva digestione, e di gonfiori intestinali.

Attraverso il timo si organizzano, pure infusi utili per mantenere una corretta igiene orale e dentale. Attraverso l’infusione, infatti si preparano dei veri e propri colluttori naturali da dover usare come quelli medicinali e impiegare se si soffre di alitosi o, di mal di gola. Questo perchè il timo, come si è sottolineato all’inizio è un ottimo antibatterico e disinfettante, tanto che riesce a combattere e vincere, alla grande ogni forma batterica che può far generare i disturbi citati.

Non sono di meno gli infusi di timo da usare, a freddo per rinforzare i capelli deboli o quelli che agendo come dei veri e propri pediluvi sono validi per togliere la sensazione di fiacchezza e indebolimento ai piedi e alle gambe.

Sommario
Timo: proprietà curative da utilizzare in cucina
Nome Dell'Articolo
Timo: proprietà curative da utilizzare in cucina
Descrizione breve
Come si è scritto in precedenza il timo può donare dell'eccellenti cure naturali, sotto forma di bevande ottenute per infuso, le conosciute tisane.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.