Vigilasalute.it

Dal mare alle vostre case un prezioso alleato: il sale marino

É stato al centro di guerre, conquiste, commerci: la storia del sale marino ha camminato al fianco dell’evoluzione di società e culture, un prezioso prodotto che dal mare alle case, ha mutato il corso della storia dell’uomo.

Grazie al sale l’uomo ha cambiato il sapore dei suoi alimenti, ha imparato a conservare per lunghi periodi carni e pesci, ha evoluto il proprio modo di nutrirsi impreziosendo il sapore dei suoi cibi, lo ha usato come base di trattative nei primi rapporti commerciali, non a caso fu la prima moneta della storia e coloro che lo ricevevano come saldo di un lavoro lo chiamavano ‘salario’.

Nella storia il sale marino è sempre stato protagonista al punto che l’India del Mahatma Gandhi, durante la sua impegnativa lotta pacifica e nonviolenta per ottenere l’indipendenza dalla Corona britannica, proprio con una famosa marcia dedicata all’autarchia di produzione del sale, la ‘Salt Satyagraha’ o ‘Salt March’, nel 1931, fu il momento decisivo nella cessazione di cooperazione con gli invasori britannici, la prima vera autarchia di un popolo che decretò il sale come simbolo del cambiamento.

Il sale marino è la nostra storia, la storia di popoli, un minerale naturale presente in tutto il mondo ma non sempre uguale, in grado di presentare quelle lievi sfumature nella sua composizione di micro-elementi che, nella diversità molecolare, determinano anche possibilità e indirizzi diversi dall’uso alimentare e gastronomico.

L’abuso del sale e l’ipertensione arteriosa

Uno dei grandi problemi derivati dall’abuso di sale è l’aumento dell’ipertensione arteriosa, cioè, in seguito al deposito dei cristalli nel sistema venoso e arterioso, gli stessi si restringono aumentando, causa ed effetto del fenomeno della capillarità, la pressione interna ma alcuni tipi di sale, quelli iposodici, sono ideali per contenere questo problema sanitario senza inficiare il sapore degli alimenti. Tra questi il Sale di Cervia, un’eccellenza romagnola prodotto nelle saline adiacenti la bella cittadina costiera, il quale contiene minori percentuali di cloruro di sodio senza presentare quel retrogusto amaro dei sali iposodici elaborati dall’industria.

Un sale naturale con un buon sapore, ricco di oligoelementi tra i quali il prezioso magnesio.Questo prezioso elemento, presente in natura soprattutto in certi sali particolarmente ricchi nella loro composizione naturale, non è un farmaco di sintesi ma un integratore che la natura stessa ci concede al fine di migliorare importanti funzioni soprattutto cellulari.

Il magnesio presente in alcuni sali marini particolari, appunto come in quello di Cervia, regola le funzioni delle membrane cellulari, un processo indispensabile durante le fasi di assorbimento delle cellule di ulteriori elementi, tra cui il calcio. Un corretto assorbimento di calcio previene fenomeni come l’osteoporosi e l’assunzione di magnesio attraverso vie naturali, come appunto il sale marino, nel tempo concede una fonte di prevenzione fondamentale.

Inoltre il magnesio aiuta l’organismo durante i processi di assimilazione di vitamine di alto valore come il gruppo D, è fondamentale per la sua interazione con oltre 300 tipi di enzimi diversi, in pratica il magnesio concede una migliore funzione a livello biologico in tanti processi di interscambio tra le cellule, il sangue, gli organi e il sistema linfatico. Ideale per gli sportivi, il magnesio previene i crampi muscolari, intervenendo direttamente sui neuroni.

Dal Giappone un sale marino arricchito fonte di benessere e sapore

Una delle ultime novità in fatto di sali marini è il Gomasio, un sale prodotto dalle industrie alimentari nipponiche le quali, partendo da una base di ottimi sali ricchi di micro-elementi, tra cui appunto il magnesio, impiegato quasi grezzo e poco raffinato, con l’aggiunta di semi di sesamo tostati ed alghe, consente di insaporire i cibi, impreziosendoli nel sapore.

É ideale per condire pesci ed insalata, ma anche carni dal sapore lieve come il pollo. 

La particolare formulazione del Gomasio, è la sua ricchezza di micro-elementi tra i quali vitamine E e D, calcio, zinco, fosforo i quali, sommati alle proprietà intrinseche del sesamo (sesamina, sesamolina e sesamolo sono importanti antiossidanti perfetti per una tutela cellulare di organi come il fegato) oltre ad impreziosire il sapore dei cibi aiuta a svolgere alcune importanti funzioni all’organismo. Una vera fonte di benessere, una sorta di prevenzione alle malattie che si svolge a tavola.

Dalle Hawaii il sale nero

Un altro sale oggi diffuso attraverso la commercializzazione di sali alternativi, è quello nero prodotto nell’arcipelago delle isole Hawaii.

Qual’é la particolarità di questo sale?

Fondamentalmente è la presenza di importanti percentuali di carbone nella sua composizione, da ciò ne deriva il colore nero, indicato nella prevenzione di disturbi gastrici ed intestinali, infiammazioni organiche e tutela di tutto l’apparato digestivo. Inoltre, la bassa percentuale di cloruro di sodio, pur mantenendo un ottimo sapore nei condimenti, previene quel fastidioso fenomeno di iper-tensione, un altro grande alleato per la cucina e per l’organismo.

Grazie al sale marino possiamo quindi curarci a tavola: in questo mondo ricco di prodotti potrai far sì che la tua dispensa diventi una piccola farmacia di gusto e sapore con le diverse varietà prodotte in tutto il mondo, ognuna delle quali avrà diverse caratteristiche curative e preventive.

Sommario
Sale Marino che cos’è: proprietà ed utilizzi anche non in cucina.
Nome Dell'Articolo
Sale Marino che cos’è: proprietà ed utilizzi anche non in cucina.
Descrizione breve
Grazie al sale l'uomo ha cambiato il sapore dei suoi alimenti, ha imparato a conservare per lunghi periodi carni e pesci, ha evoluto il proprio modo di nutrirsi impreziosendo il sapore dei suoi cibi, lo ha usato come base di trattative nei primi rapporti commerciali, non a caso fu la prima moneta della storia e coloro che lo ricevevano come saldo di un lavoro lo chiamavano 'salario'.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.