Vigilasalute.it

I problemi legati alla ritenzione idrica possono essere notevoli e soprattutto sono molto sottovalutati: ecco perciò tutto quello che bisogna conoscere sulle sue cause e soprattutto sulle corrette abitudini da avere per contrastarne gli effetti.

Cosa si intende per ritenzione idrica?

Quando si parla di ritenzione idrica si fa riferimento ad un disturbo che determina all’interno dell’organismo un notevole accumulo di acqua. Questi liquidi vengono soprattutto a trovarsi tra cellula e cellula, ovvero in quelli che sono chiamati spazi interstiziali. Una maggiore ritenzione idrica riguarda le zone del corpo dove c’è una maggiore concentrazione di tessuto adiposo: quindi gambe, glutei e addome tendono a mostrare gli effetti della stessa. Sicuramente un primo segnale evidente di ritenzione idrica nell’organismo è quello dell’edema, ovvero di un particolare gonfiore che si viene a creare nell’area interessata. E proprio questa manifestazione tipica della ritenzione idrica non va sottovalutata in quanto alla base potrebbero esserci cause di certo non poco rilevanti. Oltre a dover tenere a mente che una ritenzione idrica importante è in grado di causare non solo accumulo di liquidi, ma anche di tossine che l’organismo non elimina in maniera corretta. Inoltre bisogna specificare che non c’è una grossa correlazione tra aumento di peso e ritenzione idrica, a meno che alla base non ci siano patologie o disturbi importanti. Ecco perché è giusto sfatare quella che è una credenza abbastanza popolare che porta tante donne a pensare di avere chili in più a causa della ritenzione idrica. 

Le cause della ritenzione idrica

In condizioni normali, l’organismo umano tende ad avere un equilibrio tra la quantità di acqua ceduta e la quantità di acqua che assimila. Ci sono dei fattori che possono alterare questo equilibrio e fanno in modo che si vada incontro a ritenzione idrica. In primis un regime alimentare scorretto, ricco di sostanze con grassi e sale, che perciò determinano una situazione di eccessivo assorbimento idrico. Oltre a considerare che l’assunzione di cibi fritti e bevande alcoliche o gassate può andare ad influire negativamente non solo per quanto concerne la ritenzione idrica, ma anche per quel che riguarda il metabolismo generale dell’organismo. Senza dimenticare comunque che alla base della ritenzione idrica può esserci anche una vita troppo sedentaria: non dedicare un po’ di tempo all’attività fisica è qualcosa di molto deleterio per la salute e soprattutto per l’estetica. Ci sono comunque anche delle cause che sono legate a patologie come problemi alla tiroide ed allergie particolarmente importanti. Oltre a dover citare anche problemi renali ed epatici che possono determinare ritenzione idrica.

Altre cause che possono determinare ritenzione idrica

Ci sono comunque altri fattori che possono causare ritenzione idrica soprattutto nelle donne. In primis elementi fisiologici come il ciclo mestruale e la gravidanza o l’allattamento. Infatti in queste condizioni la donna tende ad avere scompensi nell’equilibrio tra acqua assimilata e quella che viene espulsa dall’organismo. Senza dimenticare anche il ciclo mestruale e la menopausa che sono fattori determinanti nella donna e che possono portarla ad una maggiore conservazione dell’acqua all’interno dell’organismo. Non bisogna dimenticare che spesso anche le terapie a base di farmaci possono avere effetti negativi sulla ritenzione idrica. Ci sono i FANS, ovvero farmaci antinfiammatori non steroidei, che inducono ritenzione idrica, così come la pillola anticoncezionale, il cortisone e i farmaci antidepressivi. Motivo per cui nel momento in cui si notano i tipici segni della ritenzione, è bene contattare un medico che provvederà ad aggiustare la terapia in maniera tale da non incidere eccessivamente sul metabolismo generale.

Le corrette abitudini per dire basta alla ritenzione 

Eliminare i tipici segni della ritenzione idrica è possibile se ci si affida alle giuste soluzioni. Innanzitutto è bene considerare che un corretto regime alimentare può essere di grande aiuto per quelle donne che vogliono migliorare la propria estetica. Ecco perché è preferibile assumere alimenti ricchi di acqua come verdure e frutta in quanto solo così si può aumentare l’escrezione di liquidi dall’organismo. Oltre a dover comunque considerare che abitudine sana da adottare nel corso di un regime alimentare è quella di bere alimenti dall’azione drenante, ovvero in grado di stimolare l’eliminazione di liquidi corporei: il succo di mirtillo o di pompelmo, ma anche ananas, the verde e tisane possono fare al caso. Ci sono anche appositi trattamenti estetici con cui si può contrastare la ritenzione idrica. Un ottimo esempio sono le varie tecniche di linfodrenaggio come i bendaggi che permettono di eliminare buone quantità di acqua dall’organismo. La cosa importante è non aspettarsi risultati a breve termina ma avere uno stile di vita costantemente corretto.

Sommario
Ritenzione idrica quali sono le cause
Nome Dell'Articolo
Ritenzione idrica quali sono le cause
Descrizione breve
Le cause della ritenzione idrica sono In primis un regime alimentare scorretto, ricco di sostanze con grassi e sale, che perciò determinano una situazione di eccessivo assorbimento idrico
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.