Ci stiamo avvicinando all’inverno quello vero, in teoria freddo, ma visti gli ultimi anni, mica poi così tanto, ma pur sempre inverno. E di solito che succede in inverno? Ci si ammala e uno dei fastidi più ricorrenti è sicuramente il raffreddore che, volenti o dolenti, almeno una volta durante il periodo invernale ci colpisce. E’ uno dei malesseri che colpisce di più, più fastidioso ad andarsene e fastidioso nel senso vero senso della parola stessa.

I sintomi più comuni:

  • naso chiuso;
  • tosse;
  • raucedine accompagnata dal mal di gola;
  • debolezza e stanchezza;
  • nei casi più importanti anche qualche linea di febbre.

Solitamente il modo più facile per beccarselo sono i luoghi chiusi come centri commerciali, bar, ristoranti, quegli ambienti dove non c’è modo di ripulire facilmente l’aria e quindi i batteri e virus trovano l’ambiente ideale per proliferare e ristagnare. Per bambini e anziani è ancora più facile prendere il raffreddore in quanto i bambini passano la maggior parte del tempo a scuola dove non c’è il giusto arieggiamento, i docenti tendono a non aprire molto le finestre, sono alquanto restii perché entra freddo. Molti bambini o ragazzi vanno a scuola nonostante siano già un pò malaticci favorendo il contagio.

Idem nelle strutture ospedaliere e strutture per anziani, lì il contagio è molto più facile. Dopo aver visto e considerato le diverse possibilità di come è più facile pigliarsi il raffreddore, vediamo adesso quali rimedi naturali e non si possono attuare per farlo passare il prima possibile o comunque affrontarlo nel modo migliore.

RIMEDI NATURALI PER IL RAFFREDDORE

Per rimedi naturali s’intende l’impiego di sostanze naturali quali:

ECHINACEA

Molto impiegata per alleviare la sintomatologia del raffreddore e rinforzare il sistema immunitario, infatti è consigliabile assumerla prima del periodo invernale per preparare il corpo al freddo. Si può trovare sotto forma di capsule e spray.

ZENZERO

Anche lo zenzero come per l’echinacea, si può assumere prima della stagione invernale o soprattutto prima dell’esplosione di epidemie influenzali. Serve sopratutto a riscaldare l’organismo ed è un’ottimo antivirale. Si prepara facendo un decotto con la radice fresca a cui si può aggiungere un pò di miele e succo di limone.

TIMO

Questo elemento molto dolce è consigliato per il trattamento dei raffreddori sopratutto nei bambini. Va impiegato facendo dei suffumigi con acqua e foglie di timo essiccate.E’ molto impiegato anche sotto forma di olio per umidificare l’ambiente e favorire la respirazione.

ROSA CANINA

E’ un integratore naturale della vitamina C ottima da assumere anche quando il raffreddore è in essere. Di solito la si può trovare sotto forma di compresse oppure è più consigliabile effettuare degli infusi con le bacche di rosa canina.

SAMBUCO

E’ una pianta arbustiva sfruttata in campo erboristico e alimentare. Sopratutto le sue foglie e i suoi fiori sono impiegati come secreto litici e sudoriferi per alleviare gonfiore, infiammazione e dolore e per favorire la produzione di urina.

LIMONE MENTA con proprietà antisettiche e balsamiche.

Oltre all’utilizzo di queste sostanze naturali, si possono abbinare altri rimedi che aiutano a superare meglio la fase della “convivenza” con il raffreddore. Per esempio per il naso chiuso si consiglia di fare una bella doccia calda, che oltre a riscaldare il corpo se si ha debolezza, stanchezza accompagnato da qualche brivido di freddo, aiuta a decongestionare il naso. Se poi ci aggiungiamo qualche goccia di “Olio 31” esso aiuta a riaprire il naso e favorisce la respirazione nasale. Come già detto sopra anche i deumidificatori aiutano molto. Per il rossore di gola sono consigliabili dei gargarismi con acqua salata. Il sale si sa per eccellenza è un ottimo disinfettante. Aiuta a far passare il rossore e quindi il fastidio o dolore e aiuta a sciogliere il muco. Per lo scioglimento del muco/catarro altro ottimo rimedio è bere latte e miele ammorbidisce il catarro secco. Inoltre bere moltissima acqua in primis per non disidratarsi e poi sempre per favorire l’ammorbidirsi del catarro.

Altro utile consiglio seguire una dieta a base di frutta e verdura che aiutano a superare in minor tempo la durata del raffreddore. Mangiare molte arance o mandarini ricchi di vitamina C. L’aglio che è un validissimo antibatterico ma soprattutto ha moltissime proprietà benefiche una di queste rafforzare il sistema immunitario. Basti pensare che nell’antichità veniva dato agli atleti olimpici nell’antica grecia per migliorare le prestazioni sportive. Nel caso nessuno di questi rimedi naturali e senza effetti collaterali dovesse dare risultati allora si dovrà passare alle misure forti quali l’assunzione di medicinali. Oggi giorno nel mercato farmaceutico c’è un vero e proprio business di medicinali e non adatti ai malanni stagionali.

Innanzitutto per gli stati febbrile è gettonatissimo il paracetamolo che si trova all’interno della Tachipirina o del Nurofen che aiuta ad abbassare la febbre e levare il malessere a cui si è sottoposti. Anche il Tachifludec è una bevanda ottima da ssumere in quanto somministrata calda e con diversi gusti. Aiuta l’organismo con gli stati febbrili. Per decongestionare il naso esistono in commercio tantissimi spray nasali, tanto per citarne alcuni: Vick Sinex, Rinazina spray ecc… da assumere magari prima di andare a letto in modo d’affrontare un sonno tranquillo. Per la tosse poi esistono svariate tipologie di sciroppi da quelli totalmente naturali come il Larymucil a quelli medicinali. Insomma che si opti per rimedi naturali oppure no un raffreddore ad inverno quasi tutti ce lo becchiamo. E come si suol dire: un raffreddore al giorno toglie il medico di torno!!!!

Sommario
Raffreddore come velocizzare la guarigione.
Nome Dell'Articolo
Raffreddore come velocizzare la guarigione.
Descrizione breve
Scorpiamo quali sono i rimedi più efficaci per curarsi dal raffreddore in maniera veloce.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.