Vigilasalute.it

Sicuramente hai già sentito parlare dei radicali liberi, se ne parla in tutte le riviste di benessere, ogni tanto nelle pubblicità di creme e prodotti per il ringiovanimento cellulare si sente questo termine, ma in pochi spiegano bene cosa siano, come si possono combattere e soprattutto quando il problema diventa pericoloso. In questa piccola guida vogliamo fornirti il maggior numero di informazioni per conoscere al meglio i radicali liberi, per sapere come prevenire il problema e riconoscerlo prima che diventi pericoloso per la salute di pelle e corpo.

Cosa sono i radicali liberi.

Ecco la prima cosa da fare, conoscere bene di cosa stiamo parlando.

Si tratta di cellule che sono senza un elettrone, per questo motivo si aggirano alla ricerca di un’altra cellula alla quale attaccarsi, questo per neutralizzare l’energia, sono considerati un pochino come dei sanguisuga del nostro corpo. L’organismo ha la capacità di combatterli rendendoli neutri, ma con l’andare degli anni non sempre riesce visto l’invecchiamento ed il relativo rallentare di tutti i processi di rigenerazione cellulare.

Dobbiamo sottolineare però che nel caso in cui i radicali liberi siano in numero elevato in quel caso allora non è possibile per il corpo contrastare questo problema. Le cause del malfunzionamento possono essere anche molto molto gravi, alcuni studi scientifici dicono che alla base di malattie molto brutte come il cancro partono anche da un cattivo funzionamento del sistema e dunque da una presenza eccessiva di radicali liberi.

Come mai i radicali liberi si producono.

Ora che abbiamo compreso di cosa stiamo parlando cerchiamo di capirne anche l’origine, quindi da dove nascono. Le cause si possono dividere in due grandi gruppi, i fattori ambientali e quelli endogeni.

Nel primo gruppo si racchiudono quelle cause che ogni giorno abbiamo intorno a noi, e quindi che possiamo facilmente evitare o comunque migliorare la situazione. Si parla di inquinamento, di alcool e droghe e farmaci. Lo stress nella nostra epoca è un problema così comune che diventa anche lui causa dell’aumento dei possibili radicali liberi. Si deve considerare anche l’esposizione ai raggi ultravioletti che purtroppo con il buco dell’ozono che si allarga diventa un problema maggiore ogni giorno. 

Tutte queste cause sono comunque sempre con le dovute attenzioni meno pericolose di quelle della seconda categoria, quelle endogene.

Qui si parla del cattivo funzionamento dei mitocondri, questi producono eccessiva energia e quindi più elettroni, questi per compensarsi iniziano la ricerca per poter neutralizzare questa carica.

Anche la metabolizzazione di materie tossiche aumentano i radicali liberi e di conseguenza iniziano i problemi che abbiamo detto, ma in questo caso non esiste un metodo per stare lontano dai radicali liberi se non con una corretta alimentazione ed uno stile di vita sano. in ogni caso uno specialista è in grado di monitorare il problema ed in casi molto gravi anche passare a terapie farmacologiche.

Come contrastare la nascita dei radicali liberi.

Sin dai primi anni di vita è possibile iniziare la lotta ai radicali liberi, non si deve iniziare a curarsi quando si raggiunge l’età adulta perchè a quel punto è troppo tardi. Da quando si è bambini si deve avere uno stile di vita sano, evitare esposizioni eccessive ai raggi ultravioletti, detergere la pelle con agenti non aggressivi ma sopra ogni cosa l’alimentazione corretta la fa da padrona. Anche idratare il proprio corpo è fondamentale per evitare la presenza dei radicali liberi, perchè le cellule funzionano correttamente e quindi non si corre il rischio di soffrire di questo problema. Purtroppo l‘inquinamento per chi vive in città non è possibile evitare, quindi il consiglio è quello di detergere il più possibile la parte esterna del corpo per evitare depositi di sostanze chimiche.

Radicali liberi e alimentazione.

Grazie all’alimentazione possiamo combattere i radicali liberi fino a quasi debellarli.

Evitare cibi grassi e prediligere frutta e verdura che sono ricchi di antiossidanti.

Vitamine e polifenoli ad esempio contenuti nell’uva e nei kiwi sono sicuramente un toccasana che possono davvero contrastare la comparsa di questo problema.

Anche il carotene contenuto appunto nelle carote è molto importante, soprattutto in estate perchè contrasta gli effetti negativi dei raggi ultravioletti del sole.

Alimentarsi correttamente con dei prodotti naturali, frutta e verdura, bere molto e fare attività fisica all’aperto detergendo bene la pelle può sicuramente contrastare la presenza e la formazione dei radicali liberi, anche in età avanzata.

Sommario
Radicali liberi cosa sono e quando dobbiamo preoccuparci
Nome Dell'Articolo
Radicali liberi cosa sono e quando dobbiamo preoccuparci
Descrizione breve
Cosa sono i radicali liberi e come si formano nel nostro organismo. Cerchiamo di conoscerli per contrastarli con uno stile di vita sano.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.