Vigilasalute.it

L’importanza degli integratori alimentari per migliorare l’apporto nutrizionale della dieta vegana

La dieta vegana è un tipo di alimentazione che si basa sul consumo di soli cibi vegetali, ad esempio, i cereali, i legumi, i semi oleosi, i funghi, le alghe e gli ortaggi, pertanto, si tratta di un modo di nutrirsi che non include i latticini, le uova, il pesce e la carne. A tal proposito, secondo molti nutrizionisti, il regime vegano risulta incompleto di alcuni nutrienti indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo umano.

Ad esempio, le vitamine B12, D e B9, il calcio, il ferro, lo zinco e gli amminoacidi essenziali come il triptofano, la metionina e la lisina nei vegetali risultano assenti oppure scarsamente assorbibili o biodisponibili. Quindi, la dieta vegana può portare a delle carenze nutrizionali con conseguenze negative per la salute dei vegani. Ne sono esemplificativi sintomi quali: pelle secca, pallore, aumento di peso, anemia, stanchezza, depressione, infertilità, ecc.

In particolare, per migliorare l’apporto, la varietà e la qualità nutrizionale del regime vegano, è opportuno assumere dei supplementi alimentari specifici: ma quali sono gli integratori alimentari più adatti ai vegani? Per rispondere a questa domanda, è sufficiente leggere il seguente testo informativo su quali sono gli integratori indispensabili per la dieta vegana.

A che cosa servono gli integratori indispensabili per la dieta vegana?

La dieta vegana è un regime alimentare incentrato sul consumo di soli cibi di origine vegetale, sia crudi sia cotti o lasciati fermentare, per esempio la frutta, le verdure, i semi oleosi, le alghe, i funghi, i legumi e i cereali, e dei prodotti derivati da essi, ad esempio l’olio, l’aceto, il malto, il miso, il seitan, i crauti, la tahina e il tofu.

Al riguardo, secondo alcuni esperti di nutrizione, con i giusti accostamenti fra i diversi alimenti vegetali e l’aggiunta di prodotti fermentati sarebbe possibile realizzare delle preparazioni complete a livello nutrizionale, di facile assorbimento e in grado di abbassare il colesterolo cattivo e di normalizzare la glicemia nel sangue.

Tuttavia, per altri nutrizionisti l’assenza nella dieta vegana dei cibi di origine animale renderebbe comunque tal alimentazione poco varia, carente e poco biodisponibile sul piano nutrizionale. In merito a questo problema, la soluzione più rapida e idonea per aiutare le persone vegane con carenze nutrizionali è quella d’ingerire degli integratori alimentari.

Si tratta di prodotti specifici per risolvere o prevenire possibili carenze nutrizionali che sono costituiti da importanti vitamine, minerali, oligoelementi e aminoacidi essenziali e vanno assunti in modo parallelo alla consueta alimentazione. In particolare, gli integratori specifici per vegani devono contenere le vitamine B12, D e B9, il calcio, lo iodio, il ferro, lo zinco, il triptofano, la metionina, la lisina, gli omega 3 e, magari, alcuni tipi di alghe altamente nutrienti, ad esempio la spirulina, la nori e la clorella.

Inoltre, chi ha scelto di seguire la dieta vegana può trovare giovamento alimentandosi anche con cibi arricchiti o fortificati con gli stessi elementi nutritivi appena menzionati. In merito a ciò, è bene acquistare del latte vegetale, delle farine e dei cereali per la colazione addizionati di vitamine, fibre, amminoacidi e sali minerali.

Che cosa contengono gli integratori indispensabili per la dieta vegana?

Nello specifico, gli integratori indispensabili per la dieta vegana devono contenere i seguenti elementi nutrizionali:

  • la vitamina B12, conosciuta anche come cianocobalamina, un elemento nutritivo indispensabile per l’ossigenazione del sangue, il metabolismo proteico, il benessere del sistema nervoso e la prevenzione dell’anemia, dell’infertilità, delle malattie ossee e delle patologie cardiovascolari;
  • l’acido folico (vitamina B9), una vitamina idrosolubile essenziale sia in gravidanza per la protezione e lo sviluppo embrionale sia nella sintesi proteica e del DNA e nella formazione dell’emoglobina;
  • la vitamina D, un nutriente liposolubile importante per l’assorbimento intestinale del calcio e del fosforo, il corretto funzionamento del sistema immunitario, della memoria e dei muscoli e per ottenere e mantenere il buon umore. In particolare, per i vegani è assai efficace la vitamina D3 per incrementare i livelli ematici di vitamina D nell’organismo;
  • il calcio, un minerale essenziale per la salute di denti, ossa, cuore, muscoli e sistema nervoso;
  • lo zinco, un oligoelemento importante per l’efficienza del metabolismo, del sistema immunitario e della riparazione cellulare;
  • lo iodio, un sale minerale rilevante per il corretto funzionamento tiroideo e lo sviluppo mentale;
  • il ferro, un oligoelemento indispensabile per l’ossigenazione del sangue, prevenire l’anemia, la sensazione di affaticamento e i problemi immunitari, nonché costruire il DNA e i globuli rossi;
  • la lisina, un amminoacido polare precursore della vitamina PP (B3) in grado di favorire la formazione di enzimi, anticorpi e ormoni, lo sviluppo osseo e l’assorbimento del calcio;
  • il triptofano, un amminoacido indispensabile alla sintesi proteica che è anche un precursore della niacina, una vitamina rilevante nel metabolismo cellulare, della serotonina, un neurotrasmettitore detto anche ormone del buon umore, e della melatonina, un ormone importante per il ciclo sonno-veglia;
  • la metionina, un amminoacido solforato rilevante sia per sintetizzare la carnitina, un acido carbossilico capace di convertire i grassi in energia, sia per acidificare il pH dell’urina e formare la melatonina;
  • gli acidi grassi omega 3 a catena lunga, dei nutrienti, di norma contenuti nei cibi animali come il pesce, ma presenti anche nei semi oleosi, che sono rilevanti per lo sviluppo cerebrale e la prevenzione dei tumori, della depressione e delle infiammazioni
  •  le alghe come la spirulina, la clorella e la nori. Si tratta di organismi cresciuti nell’acqua davvero nutrienti poiché sono ricchi di iodio, fibre, proteine, omega 3, minerali, vitamine e principi attivi rilevanti per la prevenzione delle malattie.

Perché è utile assumere gli integratori indispensabili per la dieta vegana?

In particolare, gli integratori indispensabili per la dieta vegana aiutano a prevenire e a curare diversi problemi di salute e sintomi correlati, ad esempio:

  • stanchezza;
  • perdita di capelli;
  • anemia;
  • ipotiroidismo;
  • aumento di peso;
  • pelle secca;
  • formicolii;
  • depressione;
  • infertilità;
  • infiammazioni;
  • diarrea;
  • difficoltà di cicatrizzazione;
  • pallore, ecc.
Sommario
Quali sono gli integratori indispensabili per la dieta vegana.
Nome Dell'Articolo
Quali sono gli integratori indispensabili per la dieta vegana.
Descrizione breve
secondo molti nutrizionisti, il regime vegano risulta incompleto di alcuni nutrienti indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo umano: vediamo quali.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.