Vigilasalute.it

Cellulite: cosa c’è da sapere per sconfiggerne i sintomi

La cellulite è una manifestazione della pelle che colpisce le donne e causa degli inestetismi particolarmente sgradevoli per l’aspetto di una donna, e che generalmente ne mina la fiducia in sé stessa e ne causa disagio psicologico. Dietro alla cellulite, che non va confusa con una patologia indicata con lo stesso termine che indica un’infezione cancerosa dei tessuti sotto-cutanei, ci sono cause di diversa natura, ma spesso concatenate, ed una confusione generalizzata che non aiutano a studiare il fenomeno e a trovarne i rimedi più efficaci. Per la maggior parte dei medici e non, la cellulite viene ancora vista come una condizione normale, dunque fisiologica, che colpisce non solo le donne di età avanzata, ma anche quelle più o meno giovani.

Per altri, invece, e spesso per i sintomi accusati dalle dirette interessate, si tratta di una vera e propria patologica con tanto di nomenclatura scientifica e che colpisce i pannicoli adiposi. Qualunque sia la vera natura di questo fenomeno o in qualsivoglia misura lo si voglia considerare, la cellulite ha una serie di cause ormai riconosciute e che, nella stragrande maggioranza dei casi, sono in combinazione per l’affacciarsi dei sintomi più evidenti. Alcune delle principali cause della cellulite sono:

  • Fattori genetici
  • Fattori ormonali
  • Disordini del metabolismo e dell’alimentazione
  • Disturbi alla micro-circolazione.
  • Problemi a carico del sistema linfatico.
inestetismi cellulite in spiaggia

Dall’osservazione statistica dei casi e dagli studi condotti su un campione di diverse donne, emerge che la cellulite presenta una notevole componente genetica di base; solo in questo modo, infatti, si spiegherebbe lo squilibrio presente fra le donne che ne soffrono nonostante l’assenza degli altri sintomi, e le donne che non ne soffrono ma che potrebbero manifestarne i primi effetti a causa di abitudini sbagliate sia dal punto di vista alimentare che quanto ad attività fisica. In ogni caso, pur volendo riconoscere il ruolo fondamentale svolto dal DNA nella comparsa della patologia, è bene dire che tutti gli altri fattori elencati in precedenza costituiscono comunque degli aggravanti, in particolare se si tratta di disordini nutrizionali e di scorrette abitudini di vita. Per questo motivo, prima di iniziare a lavorare sul proprio corpo con il giusto allenamento per combattere la cellulite, si rende fondamentale iniziare un percorso di miglioramento delle proprie abitudini alimentari, volto ad annullare tutte le possibili cause che si nascondono a tavola. Nel prossimo paragrafo, dunque, vedremo proprio quali sono i cibi che aiutano maggiormente a combattere la cellulite, e come occorre inserirli nell’ambito di una dieta per metterli nelle condizioni migliori per aiutare ad alleviarne i sintomi.

pane integrale
arance, mele, kiwei

Cellulite: come combatterla con la corretta alimentazione

È un discorso che si sente fare spesso ma che non si prende spesso con la giusta serietà e si tende a sottovalutare. Per il miglioramento generale delle proprie condizioni di salute, dunque non solo degli spiacevoli effetti causati dalla cellulite, occorre lavorare prima a tavola e poi in palestra. Spesso e volentieri, infatti, la negligenza alimentare rende quasi vani gli allenamenti eseguito con il corretto atteggiamento e la giusta intensità; questo ragionamento vale in maniera particolare per la cellulite, dietro cui si nascondono nella maggior parte dei casi gravi disordini o falsi miti dell’alimentazione.

Gli alimenti da evitare per inaugurare una dieta anti-cellulite spesso coincidono con gli stessi alimenti da allontanare per ridurre il proprio peso e per migliorare in maniera generale la propria salute. Si tratta di fritti, di dolci, bibite gassate, alcolici, ma in questo caso anche di sale e di verdure crude, che per la loro natura aiutano sì a dimagrire, ma possono addirittura peggiorare il quadro nel caso di problemi legati alla cellulite. Si può iniziare tranquillamente con una generale riduzione delle quantità, ma con il tempo è opportuno ridurle fin quasi a zero per vedere i primi importanti miglioramenti. Detto questo è opportuno parlare anche degli alimenti che, invece, consentono di alleviare o di contribuire a combattere i sintomi. 

Gli esperti concordano nel dire che il consumo di carni bianche offre un sostegno non indifferente nella lotta alla cellulite: questo grazie all’alto contenuto di ferro e di proteine, e alla contemporanea riduzione degli effetti negativi propri delle carni rosse. Anche gli alimenti integrali, al centro recentemente di una campagna di pubblicizzazione per gli effetti benefici sulla salute, si pensa possano essere efficaci per eliminare le tossine. In questo senso è altrettanto importante il consumo regolare durante l’arco della giornata di acqua e di altre bevande come il tè verde che aiutano a liberarci dalle scorie e a far funzionare correttamente il sistema linfatico. Questi prodotti vanno inseriti in una dieta regolare, da affrontare senza concedersi eccessi ma senza neanche rinunciare a degli sporadici piaceri. E’ importante anche mangiare con pasti regolari e 5-6 volte al giorno, per non sovraccaricare il lavoro degli organi e rendere il lavoro del cibo ingerito più efficace. In primis è consigliato il consumo di frutta e verdure antiossidanti come arance, mele, kiwi , limoni . 

Carni bianche
Sommario
Quali sono i cibi per combattere la cellulite
Nome Dell'Articolo
Quali sono i cibi per combattere la cellulite
Descrizione breve
Quali sono i cibi per combattere la cellulite? Ne parliamo in questo articolo
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.