Vigilasalute.it

Gli omega 3 I grassi polinsaturi che fanno bene all’organismo

Il corpo umano è una macchina meravigliosa. Per stare bene ha bisogno di una serie di sostanze che permettano non solo lo svolgimento delle normali funzioni ma che contribuiscono al miglioramento del suo stato di salute. Tra questi vi sono anche i lipidi o più comunemente chiamati grassi. Negli ultimi tempi si è molto discusso sul valore di questi elementi. Molte diete e correnti di pensiero vorrebbero eliminarli dall’alimentazione dato che nell’immaginario collettivo grasso significa male. Ma la realtà è bene diversa. Non tutti i lipidi sono negativi. Un esempio sono gli acidi grassi polinsaturi essenziali omega 3. Ma cosa sono realmente? Perché è importante assumerli quotidianamente? Di seguito andremo ad analizzare gli aspetti fondamentali di questi particolari lipidi e cercheremo anche di comprendere se l’assunzione di integratori sia davvero necessaria.

Alla ricerca della dieta perfetta Cosa sono gli omega 3

Già nel 1800 si era notato come l’assunzione di particolari tipologia di alimenti, come per esempio l’olio di pesce, portasse dei vantaggi alla salute del corpo. In esso non solo è presenta la vitamina D, ma anche gli omega 3. Era risaputo che le popolazioni nordiche, soffrissero meno di problemi cardiovascolari e di malattie degenerativi, rispetto alla resto della popolazione mondiale, grazie a una dieta a base di pesce e di oli. La scienza moderna negli ultimi anni ha posto molta attenzione al valore degli omega 3. Fanno parte dei lipidi, quindi dei grassi e della categoria definiti essenziali. Con tale termine si intendono delle sostanze che non possono essere prodotte direttamente dal corpo umano, ma che devono essere assunte attraverso l’alimentazione. Sono polinsaturi, ovvero sono formati da lunghe catene che presentano una maggiore fluidità e quindi capacità di essere assimilati dal nostro corpo. Sono fondamentali al nostro organismo dato che sono anche precursori degli eicosanoidi, molecole che sono preposte all’equilibrio delle infiammazioni. L’assunzione degli omega 3 è necessaria all’interno della nostra dieta quotidiana. Per l’American Heart Association deve corrispondere tra lo 0,2% e il 0,5% dell’apporto calorico quotidiano. Inoltre per determinate categorie di soggetti, come bambini , anziani e donne in gravidanza acquisisce un importanza determinante al fine di prevenire una serie di problematiche. Una dieta ricca di omega 3 determina un miglioramento del benessere del proprio corpo e quindi un migliore qualità di vita. Sono presenti tre tipologie principali di omega 3: l’acido Alfa-Lineleico (ALA), l’acido Eicosapentaenoico (EPA), l’acido Docosaesaenoico (DHA).

I vantaggi di assumere omega 3

Perché aggiungerli nella propria dieta

La presenza nel nostro organismo di omega 3 risulta essere essenziale per una serie di effetti che essi determinano:

  • colesterolo: influiscono sulla produzione del colesterolo LDL, causa di una serie di problemi cardiovascolari. Inoltre influiscono sull’ aumento di produzione di quello HDL definito anche buono;
  • cuore: l’EPA e il DHA abbassano il livello dei trigliceridi prevenendo in questo modo infarto, ictus, aritmie cardiache e riducendo inoltre la pressione cardiaca. A questo si aggiunge anche un ruolo antitrombotico;
  • prevenzione di malattie degenerative: l’assunzione di omega 3 non solo previene le malattie cardiovascolari, ma recenti studi hanno dimostrato che influenza anche la formazione di malattie degenerative. Inoltre intervengono anche sulla depressione e sui disturbi collegati all’attenzione e all’iperattività del bambino;
  • ruolo antinfiammatorio: svolgono un importante funzione antinfiammatoria essendo i precursori delle molecole eicosanoidi;
  • funzione energetica: facendo parte dei lipidi, svolgono anche una funzione energetica, con una riserva di energia molto utile per il nostro corpo;
  • funzione strutturale: sono inoltre fondamentali per l’equilibrio delle cellule, dato che sono i principali elementi che caratterizzano i fosfolipidi all’interno della membrana cellulare.

Integratori o alimentazione bilanciata Dove si trovano gli omega 3

L‘Amercian Heart Association e l’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentari) hanno ribadito come sia necessario assumere tali sostanze in modo quotidiano, attraverso una dieta equilibrata. Il dibattito però rimane se oltre agli alimenti sia utile e necessario anche acquisire gli omega 3 attraverso degli integratori. In natura questi acidi grassi essenziali si trovano sia in alimenti di natura vegetale che in quelli animale. Nel primo caso sono presenti grandi percentuali di omega 3 nei semi di lino, di canapa, nelle noci e nelle germe di grano. Inoltre anche la soia, i legumi e gli oli di soia e di noce sono ricchi di acidi grassi omega 3. Infine anche gli ortaggi a foglia verde possono essere degli ottimi integratori. Recenti ricerche hanno anche aggiunto le alghe e l’olio derivato da esse. 

Negli alimenti di origine animale invece tali sostanze sono presenti nei pesci come le acciughe, le aringhe, il salmone la trota e il tonno.

Gli integratori alimentari con omega 3

È veramente necessario assumerli?

Gli omega 3 come acidi grassi essenziali sono fondamentali per il benessere del proprio corpo. Ma una loro eccessiva presenza nel corpo può essere causa di una serie di problematiche. L’assunzione di integratori diventa utile e necessaria soprattutto in caso di particolari situazioni. L’esempio diete prive di grassi, oppure in caso di soggetti che necessitano di un’integrazione di queste sostanze come i bambini, le donne in gravidanza e gli anziani. Per un corretto equilibrio è importante che prima dell’assunzione venga sempre consultato uno specialista. Il rischio può essere che attraverso gli integratori vi sia un surplus di omega 3 nel proprio corpo. Ci si domanda quindi se assumere omega 3 attraverso integratori sia davvero necessario. I dubbi sono nati da una serie di recenti ricerche le quali hanno rivelato come l’assunzione di integratori non influisce in maniera considerevole sulla prevenzione di malattie cardiovascolari o degenerative. Questo ha portato molti scienziati a contestare il valore degli omega 3 assunti non per via naturale ma attraverso integratori. Un dato è certo. Avere un’alimentazione corretta e mangiare pesce, legumi e ortaggi anche più volte alla settimana è un modo corretto e naturale di assumere omega 3.

Sommario
omega 3 cosa sono, è veramente necessario assumerli tramite integratori ?
Nome Dell'Articolo
omega 3 cosa sono, è veramente necessario assumerli tramite integratori ?
Descrizione breve
Cosa sono gli Omega 3, scopriamolo insieme e capiamo se ad oggi gli studi scientifici dimostrano che è necessario assumerlo o è solo una moda?