Vigilasalute.it

La Salvia è una delle piante più conosciuta e usata in tutto il modo grazie alle sue numerose proprietà terapeutiche. I ricercatori attribuiscono a questa erba effetti tonificanti, un particolare potere antiossidante e proprietà ansiolitiche.

Il suo nome proviene dalla parola latina “salvia”, che significa “co lei che salva”.

Questo evidenzia che le proprietà medicinali di questa pianta sono state scoperte e diffusamente usate sin dall’antichità, definita da autori storici come la pianta della longevità e della immortalità.

La salvia è una pianta silvestre di origini mediterranee, ha dei splendidi fiori color violetta e un profumo che la caratterizza e la rende facilmente riconoscibile. Come tutte le erbe silvestri, si è diffusa fuori dalla sua regione di origine e oggi viene coltivata in tutto il mondo. 

Il fatto che la coltivazione della salvia si sia globalizzata, ha fatto sì che questa straordinaria erba assorbisse caratteristiche proprie di ogni regione che l’ha ospitata, offrendo nel tempo una gamma di varietà davvero vasta, ognuna delle quali, pur conservando le peculiarità originali, ha sviluppato proprietà particolari.

Tipologie di Salvia

Dietro il nome Salvia, si nascondono qualcosa come cento tipologie le cui caratteristiche botaniche e proprietà terapeutiche non sono uguali in tutte le specie. 

Oltre alla Salvia officinalis, che tutti conosciamo, esiste anche la Salvia nera, una variazione di questa pianta, i suoi fiori sono neri e cresce spontaneamente nelle foreste amazzoniche del sud America.

Un’altra varietà è la Salvia bianca, usata molto spesso come fiore ornamentale, anch’essa appartenente alle zone amazzoniche del sud America, ma conosciuta in tutto il mondo per la particolarità dei suoi fiori bianchi e usata per questo come pianta ornamentale.

La maggior parte delle varietà di Salvia però si trova i Europa e anche in Africa e Asia.

Nonostante ci siano così tante varietà di questa caratteristica erba, tutte conservano le stesse proprietà che sono alla base dei benefici che offre al nostro organismo. 

Le specie più diffuse e usate sono:

Salvia officinalis: è la salvia comune che tutti noi conosciamo anche in cucina. La Salvia lavandulifolia, più grande della officinalis ed è caratterizzata dal profumo dei suoi fiori che richiamano quello della lavanda. La Salvia sclarea, una pianta grande, che può arrivare sino a un metro di altezza ed è caratterizzata dal colore azzurro dei suoi fiori e dalla grandezza delle sue foglie. 

Salvia: benefici e proprietà

Nella medicina tradizionale antica, la Salvia è associata a molte proprietà terapeutiche, stimatrice energetica, di vitalità e fertilità.

La composizione chimica della Salvia fa di essa un formidabile antinfiammatorio; nel caso di ematomi, dolori muscolari, infiammazioni del colon o problemi reumatici, può essere applicata con differenti composti, impacchi, creme, tisane o compresse omeopatiche, in base alla zona da trattare. 

Oltre all’azione antinfiammatoria, si aggiunge la proprietà antisettica e antibiotica. É possibile quindi usare la salvia per trattare qualunque tipo di infezione o irritazione lieve. Il caso di mal di gola lieve, un infuso di Salvia usata per fare dei gargarismi, aiuterà ad alleviare il dolore e a curare l’infiammazione batterica; lo stesso infuso è efficace anche in caso di gengiviti o faringiti. 

Molto efficace anche per quanto riguarda gli spasmi allo stomaco. La salvia infatti ha delle proprietà antispasmodiche molto efficaci per questo tipo di disturbi. 

In caso di lievi mal di testa, o di nevralgia diffusa, è un considerato u potente analgesico, molto efficace anche se usata nel periodo mestruale per alleviare i dolori del ciclo.

Anche per quanto riguarda le vitamine, la Salvia è un ottimo integratore di vitamina A e C, questo aiuta a stimolare e rinforzare il nostro sistema immunitario proteggendoci da mali stagionali, quali influenze e raffreddori. 

Utilizzata come olio essenziale, la Salvia può essere usata per curare tutti i tipi di disturbi della pelle, disinfettando e accelerando la cicatrizzazione, infatti su usa nell’olio in gocce Otobio.

In caso di febbre lieve, una infusione di Salvia aiuta ad abbassare la temperatura. Utile anche per l’acidità di stomaco e le indigestioni.

Sommario
La salvia ed i suoi estratti, proprietà ed utilizzi
Nome Dell'Articolo
La salvia ed i suoi estratti, proprietà ed utilizzi
Descrizione breve
Salvia officinalis: è la salvia comune che tutti noi conosciamo anche in cucina. La Salvia lavandulifolia, più grande della officinalis ed è caratterizzata dal profumo dei suoi fiori che richiamano quello della lavanda. La Salvia sclarea, una pianta grande, che può arrivare sino a un metro di altezza ed è caratterizzata dal colore azzurro dei suoi fiori e dalla grandezza delle sue foglie. 
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.