Vigilasalute.it

Cos’è la psoriasi?

Si sente sempre più spesso parlare della psoriasi e di tutti i disturbi che essa può determinare. Bisogna partire dal presupposto che si tratta di una malattia infiammatoria a carico della pelle. Questa è cronica, per cui si tratta di un disturbo alquanto perenne e soprattutto è soggetta frequentemente alle recidive. Senza dimenticare che non si tratta in alcun modo di una patologia contagiosa e che sembra avere una maggiore incidenza sulle donne rispetto agli uomini. Le zone che maggiormente vengono colpite da questo tipo di malattia infiammatoria sono le mani, i gomiti, i piedi, la testa, le unghie e buona parte del cuoio capelluto. Si capisce perciò che si va incontro ad una notevole irritazione di queste zone che può comportare desquamazione ed altri effetti tipici. Solitamente una manifestazione tipica della psoriasi è la formazione di placche rosse che sono coperte da uno strato dal colore per lo più bianco o giallino. Un altro sintomo che rientra a pieno nella manifestazione della psoriasi è il prurito continuo e la sensazione di non resistere alla voglia di grattarsi. Proprio questo comporta che i soggetti che ne sono affetti possano rovinare la loro pelle anche in maniera alquanto evidente. Bisogna comunque sottolineare che porre rimedio alla psoriasi è possibile. 

Le principali cause della psoriasi

Quando si parla di psoriasi, si fa riferimento a cause molteplici che possono far sviluppare questa malattia infiammatoria. Innanzitutto è bene ricordare che non si può parlare di un’unica causa, ma anche di più fattori che possono intervenire contemporaneamente facendo sviluppare la malattia. In primis c’è la predisposizione genetica, ovvero soggetti che hanno casi in famiglia di psoriasi hanno notevole probabilità di sviluppare la stessa malattia dei parenti. In particolare, si è visto come il 30% di coloro che hanno genitori con la psoriasi possa andare incontro a questo tipo di malattia più facilmente. Lo stress è anche tra i fattori che maggiormente predispongono una persona alla psoriasi. Infatti a tal proposito fu fatto uno studio che mise a confronto lo stile di vita di due gemelli, di cui uno era insegnante di surf e un altro impiegato di banca. Colui che lavorava in banca e quindi era esposto a stress maggiore aveva sviluppato in breve tempo i segni tipici della psoriasi. Anche la possibile presenza di allergie e dermatiti possono causare un più elevato rischio di andare incontro a psoriasi, soprattutto in caso di persone che non resistono alla tentazione di grattarsi e che espongono la pelle ad un maggiore stress meccanico.

Le complicazioni della psoriasi non curata

Nel momento in cui si notano le tipiche manifestazioni della psoriasi è bene intervenire in maniera tempestiva in maniera tale da favorire una corretta guarigione. Innanzitutto un aspetto non trascurabile affatto è quello legato alla componente emozionale, ovvero a come una persona affetta da psoriasi può vivere la sua condizione. In questi casi può sviluppare più frequentemente ansie e malcontenti per quanto concerne il suo aspetto estetico che potrebbe non apparire come dei migliori per via dei segni della malattia. Se mal curata oppure sottovalutata, la psoriasi tende a cronicizzarsi e quindi a diventare di difficile risoluzione anche con terapie d’urto. Senza dimenticare che, trattandosi di una patologia a base immunitaria, può essere associata anche allo sviluppo contemporaneo di altre malattie a carico del sistema intestinale, ad esempio, o anche di celiachia. La psoriasi è inoltre spesso correlata anche ad altre malattie croniche di una certa importanza come il diabete e l’ipertensione: appositi studi hanno dimostrato che questi disturbi possono influenzare la condizione della pelle e favorire la psoriasi. Oltre a considerare anche le dislipidemie come possibili fattori correlati allo sviluppo della psoriasi. 

Curare la psoriasi è possibile?

Al giorno d’oggi non mancano di certo i rimedi per la psoriasi che viene trattata dai medici proprio come le altre patologie croniche quale il diabete, giusto per citare un esempio. Esiste la possibilità di sfruttare dei trattamenti mirati, ovvero quelli topici che perciò hanno un’azione forte nei confronti degli strati della pelle. Questi prevedono l’utilizzo di pomate apposite, scelte da esperti dermatologi che saranno in grado di valutare il loro utilizzo caso per caso. Bisogna anche considerare che queste creme hanno efficacia soprattutto se utilizzate con costanza nel tempo. Esistono anche terapie vere e proprie a base di farmaci che però possono portare con sé i comuni effetti collaterali di queste sostanze. Basti pensare a molecole come ciclosporina, metotrexato e l’acitretina. Si tratta di farmaci che hanno un’azione mirata in quanto vanno a ridurre l’infiammazione e soprattutto permettono di attivare anche il sistema immunitario in maniera più radicale. Non bisogna sottovalutare anche il positivo impatto dei raggi solari per la psoriasi, ecco perché si parla di fototerapia. Evitando l’esposizione ai raggi solari delle ore più calde, è possibile rimediare ai segni tipici della malattia.

Sommario
La Psoriasi cos’è e quali sono le cause
Nome Dell'Articolo
La Psoriasi cos’è e quali sono le cause
Descrizione breve
Si sente sempre più spesso parlare della psoriasi e di tutti i disturbi che essa può determinare. Bisogna partire dal presupposto che si tratta di una malattia infiammatoria a carico della pelle.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.