Vigilasalute.it

Presente ed utilizzata sin dai tempi antichi, la mastice di Chios ancora oggi gioca un ruolo da non sottovalutare in diversi ambiti. Prima di addentrarci nello specifico, vediamo di cosa stiamo parlando. La sua forma, solida e in pezzetti di piccole dimensioni, è caratterizzata da un colore giallastro che salta immediatamente all’occhio. Grazie alle sue innumerevoli proprietà, nell’antica Grecia veniva impiegato per ogni utilizzo, dalla cosmesi all’alimentazione. I cristalli di mastice di Chios godono di una reputazione ottima in tutto il mondo, tutelati dalla protezione D.O.P.

Cristalli di natura e storia

Trae origine dalle isole Greche, Chios precisamente, ottenendo una resina dalla pianta di lentisco. Questa (famiglia delle Anacardiacee), è nota in Grecia come “lacrima di Chio“, dall’isola stessa. Ma come si estrae? In estate i fusti vengono incisi e, una volta solidificata, la resina viene raccolta. In seguito i cristalli, tipicamente giallognoli, sono lavati al fine di pulirli da ogni residuo ed impurità. Una volta conservato in contenitori di legno, a primo impatto risulta amaro. In seguito rilascia un sapore fresco che ricorda il cedro. In principio si poteva trovare ad ogni bazar, presentata come prodotto veramente di alta qualità e di proprietà favolose. Trovava principalmente uso nella cosmesi, come gomma da masticare e come tipo di incenso. Questi ultimi due aspetti sono molto curiosi. Difatti nel primo caso, come prevenzione per la placca dentale ed antisettico. Nel secondo come sanificate da ambienti bruciandolo. Dopo questo piccolo accenno storico, vediamo ora quali sono i benefici e i vantaggi apportati da questo favoloso rimedio naturale.

Dove risiede il beneficio

come abbiamo detto prima, la mastice di Chios presenta numerose proprietà e benefici molto apprezzati. Stiamo parlando di effetti antibatterici ed anti infiammatori, lene le infiammazioni del dotto orale, è un immunostimolatore, ottimo contro reflusso gastroesofageo e bruciori di stomaco, protegge da ulcere e gastriti, molto efficace come fungicida, potenzia una cura antibiotica, ottimo anche contro la diarrea, antisettico, antiossidante e cicatrizzante per eccellenza.

La natura, da sempre tua amica

Tutti i vari benefici di cui abbiamo parlato, sono possibili grazie agli oli essenziali contenuti nelle lacrime di Chio. Inoltre troviamo la presenza di tannini, acidi organici, alcoli triterpenici e la masticina. E’ proprio grazie a queste componenti che la rendono un ottimo emolliente, espettorante, antinfiammatore, antibatterico, antimicotico e cicatrizzante. Può essere un ottimo rimedio contro tosse, reflussi, gastriti ed ulcere grazie alla combinazione con malva ed altea. Il forte potere antisettico e di prevenzione della placca, permette la sua applicazione anche nel campo odontotecnico. Lo si trova sotto forma di paste per le otturazioni, gomme da masticare, collutori e dentifrici. Presenta anche un ottimo rimedio per la pulizia dell’acne della pelle. Inoltre può essere bruciato per purificare le stanze. Abbiamo prima parlato del suo sapore, dapprima amaro e poi invece fresco e tonificante. Difatti lo si trova d’impiego in numerose ricette, sia dolci che salate. Un liquore usato molto come digestivo viene preparato proprio dalla mastice di Chios, stiamo parlando del Masticha. Ma non è tutto, infatti trova largo impiego nei lecca lecca, budini, dolci, latte, pane e molto altro ancora. In molti paesi arabi ancora oggi viene utilizzata per piatti a base di riso, carne o formaggio.

Sommario
Cos’è la mastice di Chios ? Proprietà e controindicazioni
Nome Dell'Articolo
Cos’è la mastice di Chios ? Proprietà e controindicazioni
Descrizione breve
Grazie alle sue innumerevoli proprietà, nell'antica Grecia veniva impiegato per ogni utilizzo, dalla cosmesi all'alimentazione. I cristalli di mastice di Chios godono di una reputazione ottima in tutto il mondo, tutelati dalla protezione D.O.P.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.