Vigilasalute.it

Le infiammazioni nell’organismo: la cistite

Tra tutte le infiammazioni che possono colpire il corpo umano, dagli apparati più semplici a quelli più complessi, la cistite rappresenta forse una delle manifestazioni più dolorose in assoluto. Caratterizzata da un sintomo particolare, ovvero il bisogno costante e impellente di urinare, la cistite colpisce proprio la vescica, ovvero l’organo finalizzato a raccogliere e contenere l’urina prodotta dall’organismo prima di essere espulsa. Più nello specifico la cistite va a colpire il tessuto interno delle vie urinarie, detto urotello, ed è per questo che si sente il bisogno di espellere il liquido dal proprio corpo. Tuttavia, tale infiammazione può colpire altri organi dell’area che controlla la minzione, provocando ugualmente forti dolori al soggetto che ne soffre. Va anche specificato che la cistite non colpisce solamente soggetti anziani come si potrebbe intuire: a soffrirne possono essere giovani, ragazzi e ragazze, donne e bambini, senza distinzione. Analizziamo più in profondità quelle che sono le cause, i rimedi e i trattamenti attraverso i quali è possibile curare l’infiammazione in questione.

Caratteristiche della cistite

Il manifestarsi della cistite può comportare innanzitutto due episodi differenti: il primo riguarda la presenza dei sintomi che corrispondono in tutto e per tutto alla cistite, ma con l’espulsione, alla prima minzione, dei batteri che la causano; il secondo corrisponde invece al ripresentarsi dei sintomi caratteristici dell’infiammazione, il che comporta la necessità di dover prendere provvedimenti qualora si dovesse ripresentarsi l’infezione. Se trascurata, infatti, la cistite potrebbe seriamente allargare il proprio raggio d’azione, impedendo al soggetto interessato di vivere una vita tranquilla: i dolori diventerebbero sempre più forti al punto da costringere i medici ad intervenire d’urgenza nei casi cronici. In casi di questo tipo la cistite, manifestatasi dapprima nelle vie urinarie basse (ovvero quelle che per ultime provvedono ad espellere l’urina), andrebbe a toccare anche le vie urinarie alte, senza tralasciare il fatto che l’infiammazione potrebbe allargarsi sino all’area genitale. A questo punto approfondiamo al meglio le cause che portano all’infiammazione.

Le cause e perchè viene la cistite

Come altre infiammazioni più o meno comuni, anche la cistite può manifestarsi in maniera spontanea e senza che il soggetto interessato abbia mantenuto particolari comportamenti poco salutari. Ma la cistite può anche presentarsi in seguito ad un rapporto sessuale, soprattutto tenendo conto del fatto della potenziale trasmissione di batteri nell’atto in questione. Alla base della manifestazione dell’infiammazione vi è la risalita dei batteri all’interno delle vie urinarie: tali batteri, provenienti dal tratto finale dell’intestino, troverebbero il modo di risalire l’apparto urinario passando dall’uretra, ovvero il canale che permette l’espulsione dell’urina verso l’esterno. La risalita potrebbe avvenire anche in seguito all’espulsione vera e propria della pipì: al momento della minzione, infatti, il liquido urinario fuoriesce grazie all’apertura contemporanea di uretra e collo vescicale. È al concludersi della minzione, invece, che l’uretra compie il movimento contrario, provocando quindi la potenziale risalita dell’urina verso l’interno. Quando ciò avviene, i batteri contenuti nel liquido urinario effettuano il percorso inverso e si ritrovano all’interno dell’apparato urinario per crescere e proliferare, portando all’insorgere dell’infiammazione qui descritta.

Sintomi e rimedi

Sono diversi i sintomi che portano il medico a diagnosticare una cistite. Un chiaro segnale di infiammazione delle vie urinarie proviene direttamente dalla qualità dell’urina: se questa è torbida e scura, spesso maleodorante, con tutta probabilità è in corso una cistite nel corpo del paziente interessato dai dolori. Altro sintomo è la difficoltà nell’atto della minzione. In questo caso si parla di disuria, e può manifestarsi in maniera più o meno frequente a seconda della gravità dell’infiammazione. Da non sottovalutare anche il tenesmo verticale, ovvero la presenza di spasmi dolorosi che inducono il soggetto ad urinare, e i bruciori generali avvertiti nell’apparato urinario. Il trattamento più consigliato in caso di cistite è quello di assumere antibiotici in grado di sconfiggere i batteri presenti all’interno delle vie urinarie. In seguito all’assunzione degli antibiotici, infatti, la cistite dovrebbe abbandonare il corpo del soggetto interessato.

Sommario
Cistite perchè viene e come liberarsene in fretta
Nome Dell'Articolo
Cistite perchè viene e come liberarsene in fretta
Descrizione breve
Se trascurata, infatti, la cistite potrebbe seriamente allargare il proprio raggio d'azione, impedendo al soggetto interessato di vivere una vita tranquilla: i dolori diventerebbero sempre più forti al punto da costringere i medici ad intervenire d'urgenza nei casi cronici.
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.