Vigilasalute.it

La cirrosi epatica è una malattia che colpisce il fegato; si tratta di un‘infiammazione cronica di quest’organo che con il tempo va a modificarne la struttura e le funzioni con conseguenze spesso fatali.

La cirrosi epatica infatti è una malattia molto diffusa nel nostro Paese e si configura come una delle principali cause di decesso, soprattutto nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 54 anni, al pari di altre patologie croniche gravi come l’infarto del miocardio o il diabete mellito. Chi si ammala di cirrosi epatica inoltre ha maggiori possibilità di sviluppare infezioni in quanto l’organismo viene fortemente indebolito e altre patologie del fegato come il cancro.

Identikit della malattia: cos’è la cirrosi epatica?

La cirrosi si sviluppa quando il fegato viene danneggiato da altre patologie come la fibrosi epatica: il tessuto epatico sano si deteriora e si formano delle cicatrici fibrose che riducono il flusso del sangue nell’organo; l’inspessimento dei tessuti e le cicatrici che si formano con l’andare del tempo non consento più al fegato di svolgere le sue funzioni, con esiti fatali.

Quali sono le cause della cirrosi epatica

Quando c’è un danno epatico può svilupparsi la cirrosi, pertanto le cause principali di questa grave malattia risiedono nelle epatiti virali (B, C e D) e nell’abuso di bevande alcoliche. Anche se le epatiti virali e l’abuso cronico di alcol sono le cause più frequenti che conducono alla cirrosi, esistono anche altre malattie che possono portare a questa patologia del fegato: abuso di farmaci, disordini metabolici, malattie vascolari.

I sintomi della malattia

Molto spesso i sintomi della cirrosi non si manifestano fino al momento in cui il danno è molto esteso e l’organo ormai fortemente compromesso.

Infatti nelle prime fasi della malattia i sintomi sono molto scarsi e non specifici come perdita di peso, spossatezza, anoressia. Con il passare del tempo intervengono altre manifestazioni di malessere di varia natura, tra le più frequenti vi sono nausee, disturbi addominali, prurito, gonfiore alle gambe, emorragie e lividi frequenti, atrofia muscolare, ittero, unghie bianche.

Quando ormai la malattia è in stadio avanzato il paziente manifesta sintomi specifici e più facilmente riconducibili alla cirrosi epatica, in particolare l’ipertensione portale, che si verifica quando le alterazioni nella struttura del fegato ostacolano il flusso del sangue al suo interno, aumentando la pressione del sangue nella vena porta; questo stato può portare ad emorragie interne e varici esofagee e gastriche. Altro sintomo caratteristico della cirrosi in stadio avanzato è l’ascite, cioè l’accumulo di fluidi nell’addome.

La diagnosi

Per diagnosticare la cirrosi epatica sono necessari esami specifici del sangue (test della funzionalità epatica per verificare i livelli di bilirubina e degli enzimi epatici), test sierologici, biopsia epatica e ecografia.

Esiste una cura?

Nonostante i progressi registrati dalla medicina negli ultimi anni, che hanno portato ad una significativa riduzione della mortalità dei pazienti affetti da cirrosi epatica, purtroppo al momento non esiste una vera e propria cura per la cirrosi. Le terapie prescritte ai malati possono intervenire riducendo i danni causati fino al momento della diagnosi, rallentando il decorso della malattia e prevenendo la comparsa di eventuali complicazioni.

A seconda della causa scatenante la terapia adottata è differente.

Nei casi in cui la cirrosi sia stata provocata da un’assunzione cronica di alcolici la prima cosa da fare è smettere di bere; nel caso di malattia provocata da epatite cronica il paziente dovrà essere trattato con antinfiammatori. In ultima istanza può rendersi necessario un trapianto di fegato.

L’importanza della prevenzione

Non esistendo una cura è fondamentale prevenire l’insorgere della malattia. Anzitutto è consigliata la moderazione o l’astensione dall’assunzione di bevande alcoliche.

Anche la vaccinazione contro le epatiti virali (vaccini sono disponibili per l’epatite A, B, D ed E) è molto importante. Infine per una buona salute è sempre consigliata una dieta sana, priva di grassi e alimenti mal tollerati dal fegato.

Sommario
Cirrosi epatica: che cos'è e quali sono le cause?
Nome Dell'Articolo
Cirrosi epatica: che cos'è e quali sono le cause?
Descrizione breve
La cirrosi si sviluppa quando il fegato viene danneggiato da altre patologie come la fibrosi epatica: il tessuto epatico sano si deteriora e si formano delle cicatrici fibrose che riducono il flusso del sangue nell'organo
Autore
Nome del divulgatore
Vigilasalute.it
Logo del sito.